Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

E-learning - i sistemi di formazione a distanza di terza generazione

Il lavoro tesistico è caratterizzato da un escursus cronologico e storico sui sistemi di formazione a distanza in generale, che hanno origine dai media unidirezionali (dispense in formato cartaceo), consegnati all’utente attraverso mezzi fisici (treni), e passa attraverso media via etere (televisione e radio), per concludersi con i media che rivoluzionano la formazione a distanza facendola diventare bidirezionale (computer, internet, etc.), si da risalto ai fondatori di questi sistemi di formazione e alle differenze tra alcuni tipi di formazione a distanza ed altri.
Successivamente abbiamo un brevissimo capitolo sui valori quantitativi e qualitativi dell’E-learning nel mondo, soffermandosi soprattutto ai mercati USA e Europa.
Seguentemente un capitolo a parte è dedicato al mercato Italia con vari grafici e tabelle esplicativi della sua evoluzione negli ultimi tre anni nei 4 segmenti strategici, quali: tecnologia, contenuti, servizi e consulenza - e nei 5 focus di competenze: Global E-learning Service Provider, Società di Formazione, Società ICT e software developer, Società editoriali e fornitori di contenuti, Società di consulenza, traendo la conclusione che nel campo dell’ E-learning le grosse società di formazione che mantengono al proprio interno tutti e 4 i segmenti strategici hanno la più grande fetta di mercato, mentre alle altre società che si specializzano su pochi segmenti rimane la parte residuale del mercato.
Il capitolo successivo è dedicato all’aspetto tecnico, della formazione, quindi, con figure esplicative, fa vedere i software di base della formazione a distanza e prende ad esempio uno dei migliori fornitori di Formazione a distanza in Italia, la ELEA, attraverso il suo sito istituzionale www.MyElearning.it , arricchendo il lavoro con screenshots nei quali si nota la buona navigabilità e la ottima grafica e adattabilità del sito stesso, non dimenticando di creare dei capitoli a parte sulle offerte formative in base al target di utenza, quali clienti privati, grosse aziende o clientela lavoratrice.
L’ultimo capitolo è interamente dedicato ad un progetto E-learning, non tanto a livello tecnico, come ad esempio piattaforme o la tecnologia, ma attraverso i due scenari d’azione quali le azioni e gli attori nel processo. Le azioni vengono divise in 3 tipologie: organizzare, condividere e valutare, supportate dalle figure umane degli attori: il docente, il tutor e lo studente, dando loro i giusti limiti alle loro azioni e ricordando che in un mercato come la formazione a distanza le tre figure non lavorano a compartimenti stagni ma spesso si sovrappongono.
Finalmente, per semplificare la lettura ai “profani”, visto che molti termini sono poco conosciuti ai più, il glossario diventa un ottimo supporto alla lettura, con l’esplicazione dei termini meno conosciuti come: Scaffolding, mentoring o modello costruttivista,ed altri che diverrano termini abbastanza utilizzati nel corso della lettura.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione Nel mondo che sta cambiando, in questi ultimi 100 addirittura molto più velocemente di quanto sia cambiato nei precedenti 20000 anni di storia, anche il modo di apprendere cambia e si evolve, se fin dal tempo dei romani l’unico modo per apprendere era ascoltare le orazioni dei docenti, o, al massimo avere con una pergamena così da espletare eventuali “compiti a casa”, nel secolo XX la parola d’ordine è stata “comunicare”, sempre e comunque comunicare, è vivissimo in noi il ricordo di una persona andata alla casa del Signore da pochissimo tempo, il Papa Giovanni Paolo II, il quale è stato un fervente comunicatore, ha raggiunto tutti gli angoli del globo sia con i propri piedi, sia tramite i più avanzati mezzi di comunicazione come l’e-mail o, in maniera più populista, la televisione e la radio. Dal comunicare alla Formazione a Distanza (FaD) il passo è breve, se agli inizi del secolo si imparava a distanza mediante delle dispense spedite per posta, negli ultimi 10 anni è bastato avere un “elettrodomestico” in casa o in ufficio che ha sconvolto, oltre al metodo di vita in generale, il modo di imparare e formarsi, questo apparecchio è il computer, in italiano elaboratore elettronico o, più familiarmente, il PC (Personal Computer) che ha ridotto le distanze e ci ha portato ad avere, con un minimo sforzo, e con minore perdita di tempo, dati e informazioni che non ci potrebbe assolutamente dare una biblioteca anche di grandi dimensioni, certo “navigare” (il verbo che usano le persone che si addentrano nel campo di internet e delle reti virtuali) non è facile, si deve imparare a dirigere il proprio mouse verso la “rotta” giusta, perché basta una piccola “virata” per andare completamente fuori rotta e perdere l’obiettivo della ricerca, anche qui serve qualcuno che ti indirizzi e ti insegni a saper pilotare la tua “nave”. In tutto questo bailamme, si è creato un mondo virtuale, con le stesse (o quasi) regole del mondo reale e gli stessi strumenti e parole, dobbiamo farci accompagnare dalla lingua inglese, universalmente riconosciuta nel commercio e nelle comunicazioni tra popoli differenti, ma conoscendo semplici termini ci si può ritrovare anche nel mondo virtuale; semplicemente ponendo un suffisso ai termini, una semplice E (che sta a significare Electronic), parole come E-mail, E-business, E-commerce, sono diventate familiari a molti, un pò meno la parola E- learning, ai più ancora sconosciuta ma molto interessante per sviluppare nuovi metodi di lavoro e ottimizzare alcune voci di costo e di risorse umane, arrivando addirittura ad annullare completamente altre voci di spese.

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Alessio Mamone Contatta »

Composta da 127 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 9840 click dal 09/09/2005.

 

Consultata integralmente 16 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.