Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La rappresentazione delle diversità linguistiche in un testo teatrale portoghese del XVII secolo

La tesi analizza un testo gesuita poco conosciuto, la Relación de la Real Tragicomedia, cioè il resoconto della messa in scena dell'opera teatrale "La Real Tragicomedia" avvenuta il 21 e il 22 agosto del 1619 presso il collegio di San Antão in Lisbona in occasione della visita del re spagnolo Filippo III. L'interesse nei confronti di tale opera nasce dal fatto che quest'ultima sia redatta in 5 lingue diverse. La Relación è scritta in spagnolo, mentre la Real Tragicomedia è stata composta in latino, portoghese, tupi (la lingua degli indios brasiliani) e il portoghese di indio. Da un punto di vista linguistico, quest'ultima è la lingua più interessante, perché testimonia la fase di creolizzazione del portoghese. Infine, la tesi intende dimostrare come l'utilizzo di 5 codici linguistici diversi abbia soprattutto una valenza culturale. La Relación de la Real Tragicomedia, infatti, offre diversi spunti di riflessione in merito al rapporto che i gesuiti stabilivano con le popolazioni autoctone sul finire del XVI secolo e l'inizio del XVII.

Mostra/Nascondi contenuto.
1Introduzione In occasione della venuta del re Filippo II di Portogallo, III di Spagna, fu rappresentata mercoledì 21 e giovedì 22 agosto del 1619, nel collegio gesuita di San Antão in Lisbona, un’opera teatrale composta in latino da padre António De Sousa, il cui titolo era La Real Tragicomedia del Descobrimiento, y Conquista del Oriente por el felecissimo Rey dezimo quatro de Portugal D. Manuel de gloriosa memoria: y descricion del aparato della. L’anno seguente, invece, fu pubblicata la Relación de la Real Tragicomedia, con que los padres de la Compañia de Iesus recebieron la Magestad Catolica de Felipe II De Portugal, y de su entrada en este Reino, cõ lo que se hizo en las Villas, y Cuidades en que entrò 1 , scritta in spagnolo dal sacerdote Iuan Sardina Mimoso e dedicata al duca di Bragança Dom Theodosio II, il quale non potette assistere alla messa in scena dell’anno precedente. Come ben lascia intendere il titolo, l’argomento dell’opera è incentrato esclusivamente sulle gloriose gesta di Dom Manuel e dei suoi uomini, intenti a portare in ogni dove la religione cattolica, 1 Pubblicato a Lisbona da Iorge Rodriguez, 1620, una copia di questo rarissimo volumetto è conservata a Roma, nel Fondo Gesuitico (6.27.C.23)

Tesi di Laurea

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Anna Cannavacciuolo Contatta »

Composta da 235 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1449 click dal 20/09/2005.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.