Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Studio e analisi di una ''control room''

La tesi tratta l'analisi di una control room teorica e tramite analisi software. La progettazione di modifiche affinchè rispetti i criteri di una control room di uno studio di registrazione, quindi un minore tempo di riverbero ed un'analisi spettrale lineare attraverso l'applicazione di materiale fonoassorbente e la costruzione di speciali trappole per bassi. Si migliorerà inoltre l'ascolto attraverso la progettazione di diffusori acustici e un buon posizionamento dell'attrezzatura all'interno della regia.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 Introduzione Lo scopo di questa tesi è analizzare l’acustica di una control room reale e conseguentemente apportare le correzioni acustiche più adatte. Il progetto è articolato in tre parti: la prima parte, è dedicata alle previsioni basate su formule e nozioni teorico-pratiche, la seconda, sull’effettivo studio del comportamento della stanza per mezzo di misurazioni sul campo e la terza ed ultima parte, si occupa della scelta dei materiali più opportuni da installare nella stanza per modificare i parametri acustici che superano i valori limite ben stabiliti dalla teoria degli ambienti chiusi, in particolare, quelli riferiti alle control room. La richiesta principale è ottenere una stanza che influenzi il meno possibile la riproduzione del suono, così che il lavoro del fonico non venga influenzato dalle caratteristiche ambientali. Le specifiche da soddisfare sono: 1. risposta in frequenza lineare possibilmente in tutto il campo udibile 2. la postazione del fonico deve risiedere in un’area nella quale per piccoli spostamenti spaziali non si abbiano modifiche a livello acustico 3. evitare che le prime riflessioni giungano direttamente al fonico 4. creare campo acustico diffuso 5. tempo di riverberazione compreso tra i 0,2 e i 0,4 secondi ad 1kHz 6. basso rumore di fondo

Laurea liv.I

Facoltà: Ingegneria

Autore: Mara Cipriani Contatta »

Composta da 68 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3188 click dal 23/09/2005.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.