Skip to content

Metodi numerici per la valutazione delle opzioni americane

Informazioni tesi

  Autore: Rotoli Giorgio
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2003-04
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Scienze Statistiche
  Corso: Scienze Statistiche ed Attuariali
  Relatore: Luca Passalacqua
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 140

Questo lavoro si propone di studiare diverse tecniche numeriche per la valutazione di opzioni. Sono stati analizzati quattro tra i metodi più comunemente usati per determinare il valore di opzioni di tipo americano, sia call che put: il modello binomiale di Cox, Ross e Rubinstein (CRR), il modello binomiale di Leisen e Reimer (LR), il metodo implicito delle differenze finite (FDI) e l’approssimazione analitica di Barone – Adesi e Whaley (BAW). Per poter fornire una valutazione quantitativa dei metodi esaminati e per poter eseguire un confronto il più significativo possibile si è deciso di calcolare in particolare i parametri di copertura, le cosiddette lettere Greche, e più in dettaglio quelle note come delta, gamma, theta, rho, vega. Attenzione particolare è stata dedicata al modello ad albero binomiale di Leisen e Reimer, il quale presenta, dal punto di vista teorico, proprietà di convergenza potenzialmente migliori di quello di Cox, Ross e Rubinstein. In questo lavoro si è verificata la rispondenza di questo modello, in rapporto agli altri, a dati di mercato reali, la sua efficienza e l’accuratezza dei risultati ottenuti in letteratura.
Una parte caratterizzante del lavoro è stata quella di implementare i vari modelli presi in esame tramite il linguaggio di programmazione Java, la cui caratteristica più attraente è l’indipendenza dalla piattaforma. Ciò comporta la portabilità del programma sia in ambienti con diversi sistemi operativi (Windows, Unix, Aix...), sia da un computer ad un altro senza l’installazione di alcun software aggiuntivo per l’elaborazione del programma. Questo è possibile grazie alla presenza sui computer moderni della Java Virtual Machine, un applicativo che traduce il linguaggio Java senza l’ausilio di software specifici.
All’interno di questo lavoro sono stati prodotti anche dei diagrammi di flusso che aiutano alla comprensione del codice, spiegano in maniera concettuale come funziona ciascun algoritmo, in quale sequenza vengono svolte le operazioni, di che tipologia sono tali operazioni e quali sono le classi che vengo utilizzate all’interno del programma.
Un altro aspetto interessante del lavoro svolto, riguardante sempre la parte applicativa, è l’utilizzo di Javadoc. Questo strumento analizza le dichiarazioni e la documentazione contenete i commenti fatti all’interno del codice in un insieme di codici sorgente (source files) e produce un insieme di pagine in formato HTML che descrivono le classi, le classi interne, le interfacce, i costruttori, i metodi, i campi e quindi le variabili utilizzate. E’ possibile utilizzare Javadoc su interi pacchetti, su source files individuali o su entrambi. E’ una funzione molto utile di Java che permette una visuale d’insieme più compatta di tutti i moduli scritti. In un siffatto lavoro ciò può essere di grande utilità, ancor di più perché le classi implementate si trovano all’interno di un’unica directory in modo tale da rendere possibile la visualizzazione di tutti i codici scritti all’interno di un unico indice, anch’esso in formato HTML.
Gli algoritmi di calcolo così implementati e documentati sono stati utilizzati per la valutazione di opzioni call e put di tipo americano e delle corrispettive Lettere Greche. I risultati, riportati in una serie di grafici e tabelle, sia per valori di riferimento tipici della letteratura che per alcuni esempi di opzioni quotate sul mercato italiano, hanno evidenziato un buon accordo generale, a testimonianza della robustezza dei metodi ed, in particolare, le ottime prestazioni del modello di Leisen e Reimer.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 Introduzione Uno dei problemi più importanti nella teoria della valutazione dei prezzi dei titoli derivati, si incontra nella stima di prezzi di derivati american featured. I derivati sono prodotti finanziari il cui valore dipende dal prezzo di un’altra attività finanziaria, definita “il sottostante” (underlying asset). Per poter valutare un titolo derivato è necessario assumere un modello di comportamento del prezzo del bene sottostante. Lo scopo di questo lavoro, prendendo spunto da [13], è appunto quello di approfondire i diversi metodi che si possono utilizzare per la valutazione del prezzo di opzioni americane (derivati) e confrontarli tra loro tramite il calcolo e la valutazione delle lettere Greche. Questo tipo di problema richiede l’uso di tecniche numeriche che, spesso, non vengono approfondite nei testi di introduzione al calcolo stocastico applicato alla finanza. La caratteristica che rende difficile la valutazione è la natura dei contratti: chi ha comprato il contratto può decidere in ogni istante temporale (compreso tra l'acquisto e la scadenza dello stesso) se esercitare o meno il diritto di acquisto (per le opzioni call) o di vendita (per le opzioni put) del sottostante; tale caratteristica è detta in gergo early exercise, cioè esercizio anticipato. La complessità del problema è quella di decidere se esercitare il diritto insito all’acquisto di un’opzione in un istante precedente la scadenza oppure rimandare la decisione. Un contratto di opzione ha un elevato valore dal punto di vista storico in quanto con la sua immissione nei mercati finanziari ha introdotto per la prima volta il concetto di diritto andando a sostituire nel tempo, sempre in maniera più marcata, il vecchio concetto di obbligo, fornendo una alternativa importante all’uso dei contratti a termine o forward. Una data importante è quella del 26 Aprile 1973 giorno in cui a Chicago venne aperto il primo mercato mondiale delle opzioni, il Chicago Board Options Exchange (CBOE).

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

alberi binomiali
barone adesi whaley
derivati
differenze finite
java
leisen reimer
lettere greche
metodi numerici
opzioni europee e americane
put call

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi