Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Lelle

Il presente lavoro è articolato in cinque parti: cenni sulla letteratura per l’infanzia, biografia e bibliografia della scrittrice tedesca Alexa Hennig von Lange, traduzione dal tedesco all’italiano di alcuni capitoli del libro per bambini Lelle, commento dell’opera e intervista alla scrittrice.
La scelta di tradurre un libro per l'infanzia era una mia curiosità per vedere se gli scrittori contemporanei per bambini ricorrono ancora oggigiorno, alle favole tradizionali raccontateci molte volte dai nostri genitori e tramandate nel tempo fino a costituire l’immaginario collettivo infantile. La scelta del testo da tradurre non è stata facile. Navigando in internet e leggendo poi le biografie di alcuni scrittori tedeschi moderni e le recensioni ai loro romanzi, ho notato che il tema principale e il contesto storico e sociale dei romanzi è la Germania post – unificazione con i suoi problemi, le sue paure e insicurezze. La scrittrice che più mi ha colpito è stata Alexa Hennig von Lange, una giovane autrice di romanzi per l’infanzia e per l’adolescenza. Il primo fattore che ha attirato la mia attenzione è stato che i temi dei suoi romanzi erano completamente distaccati dai soggetti degli altri scrittori. Inoltre i suoi personaggi principali sono quasi sempre bambini o adolescenti, vi è molto spesso la presenza di una famiglia, che rappresenta un circolo attorno al quale si svolgono le vicende e le giornate dei bambini. Mi ha affascinato subito la sua biografia, breve ma già ricca di numerosi successi sin da quando era un bambina. In Germania Alexa Hennig von Lange è diventata famosa con il romanzo Ich habe einfach Glück (edito dalla rinomata casa editrice Rowohlt di Berlino) vincendo nel 2002 il Deutscher Jugendliteraturpreis (Premio della Letteratura giovanile). Tra tutti i romanzi e libri per bambini che ha scritto, la copertina rosa di Lelle con in primo piano una bambina stilizzata dal grande sorriso e dalla gioia negli occhi, ha attirato tutta la mia attenzione. Lelle è la storia di una bambina di soli quattro anni che racconta in venticinque giornate la sua vita, le sue esperienze e la convivenza con il mondo degli adulti.
Data la giovane età di Alexa Hennig von Lange non è mi stato facile trovare, nei tradizionali manuali di letteratura tedesca per l’infanzia, materiale sulla sua vita, sulla sua carriera ed in particolare sui suoi successi letterari. La stampa tedesca comunque non è rimasta indifferente alla bravura di Alexa Hennig von Lange, riempiendo le sue pagine di ottime recensioni ai suoi romanzi. Alla fine ho deciso di contattare personalmente la scrittrice tramite il suo sito internet (www.alexahennigvonlange.de). Alexa si è dimostrata subito molto disponibile, rispondendo alle numerose domande e alle curiosità che nascevano in me giorno dopo giorno leggendo Lelle. Ho organizzato la conversazione come una piccola intervista utilizzando come mezzo comunicativo più veloce la posta elettronica. Dalle informazioni che ho avuto, ho potuto comprendere più profondamente il racconto ed in particolar modo il mondo letterario e le esperienze dalle quali l’autrice ha preso spunto per la stesura del testo. Sulla base dell’intervista ho tentato di tracciare un breve profilo di Alexa Hennig von Lange (esperienze letterarie, personaggi, tematiche, influenze della letteratura tradizionale nel suo fare letteratura) a cui segue la traduzione di alcuni capitoli di Lelle: quindici giornate delle venticinque complessive che grazie al racconto di Lelle stessa ci fanno immergere in quelle che sono le sue esperienze, le sue sensazioni e i suoi sogni di bambina che vive in un mondo di adulti.
Alla mia traduzione fa seguito il commento al testo e alla traduzione stessa, con le tecniche traduttive scelte. L’analisi testuale si basa soprattutto sull’analisi degli elementi stilistici e sociologici che caratterizzano il modo di scrivere di Alexa Hennig von Lange e sul confronto con alcuni suoi racconti scritti in gioventù al fine di evidenziare i mutamenti avvenuti nel suo cammino letterario. Dalla lettura e dallo studio del testo e del personaggio principale è nata una domanda che troverà risposta nel commento finale e cioè se Lelle sia un romanzo “educativo” per gli adulti o un normale soggetto per l’infanzia.
Nelle ultime pagine ho inserito l’intervista che ho realizzato con Alexa Hennig von Lange e la relativa traduzione in italiano. L’idea dell’intervista penso sia stata molto utile, in quanto ho potuto approfondire alcuni aspetti della vita e della carriera letteraria della scrittrice, che altrimenti non avrei potuto trovare altrove, ed inoltre ho potuto scoprire qualcosa di più sul significato e sui contenuti del libro per bambini Lelle.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 Introduzione Il presente lavoro è articolato in cinque parti: cenni sulla letteratura per l’infanzia, biografia e bibliografia della scrittrice tedesca Alexa Hennig von Lange, traduzione dal tedesco all’italiano di alcuni capitoli del libro per bambini Lelle, commento dell’opera e intervista alla scrittrice. L’idea di scegliere un libro per bambini come argomento della mia tesi è nata dall’esigenza di tradurre qualcosa di nuovo, mai tradotto prima ma che secondo me, riuscisse a conciliare il moderno con la tradizione. Il genere letterario della narrativa per l’infanzia mi è sembrata la scelta migliore, in quanto riesce ad unire il mondo degli adulti (rappresentato oltre che dall’autore stesso del libro anche da personaggi adulti come i genitori, i parenti, i colleghi di lavoro che compaiono direttamente nel dialogo) e quello infantile (rappresentato dai personaggi del racconto e dal pubblico a cui è indirizzato il testo). Era una mia curiosità vedere se gli scrittori contemporanei per bambini ricorrono ancora oggigiorno, alle favole tradizionali raccontateci molte volte dai nostri genitori e tramandate nel tempo fino a costituire l’immaginario collettivo infantile.

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Valentina Pilozzi Contatta »

Composta da 93 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3120 click dal 04/10/2005.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.