Skip to content

Nuove tecnologie ed esperienze di visione nel Multiplex Arcadia di Melzo: una indagine sociologica

Informazioni tesi

  Autore: Paola Ferrario
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1998-99
  Università: Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Lettere
  Relatore: Francesco Casetti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 123

La recente rivoluzione digitale e lo sviluppo di nuove tecnologie hanno dato nuovi e significativi stimoli al linguaggio cinematografico; c’è però un secondo aspetto, anch’esso legato alle nuove tecnologie, che ha raccolto un interesse minore, essendo a volte confinato in ambiti di studio più propriamente tecnici: mi riferisco ai cambiamenti che le innovazioni tecnologiche più recenti hanno portato al contesto fruitivo, ridisegnando lo spazio della sala cinematografica.

Da assidua frequentatrice di cinema, ho voluto approfondire quest'ultima questione che riguarda più da vicino lo spettatore e le attuali modalità di visione e fruizione del film in sala.

Il lavoro è diviso in 5 capitoli, seguiti da un’Appendice Tecnica. Il primo capitolo, teorico e introduttivo, compie una panoramica sui recenti studi dedicati alla spectatorship cinematografica.

Il capitolo successivo si occupa del modo in cui alcune innovazioni tecnologiche introdotte in sala abbiano significativamente contribuito a modificare l’esperienza di visione cinematografica, dando allo spettatore la possibilità di “immergersi” in uno spazio in cui poter esperire un tipo di esperienza audio-visiva diversa rispetto a quella offerta in passato e difficilmente riproducibile da altri contesti (Capitolo II).

Le innovazioni tecnologiche sono però solo un singolo aspetto di un contesto più ampio: nel Capitolo III si ragiona sul ruolo della sala collocata all’interno di uno scenario socio-economico e tecnologico che ha moltiplicato le possibilità di fruire il “prodotto film” e nel quale la sala sembra comunque mantenere una posizione privilegiata. Vengono evidenziati quei fattori che, nel parere di chi scrive, hanno portato a restituire all’esperienza cinematografica il suo tradizionale valore di pratica sociale e di “evento” collettivo; segue un necessario accenno al consumo di film in Italia negli anni Novanta e ai futuri sviluppi dell'esercizio cinematografico.

A sostegno delle osservazioni precedentemente esposte ho scelto di presentare, come esempio paradigmatico, il cinema Arcadia di Melzo, descritto nei suoi tratti distintivi (gli spazi, i servizi, la tecnologia) e ho aggiunto, a conclusione del ragionamento, i dati di una personale ricerca quantitativa, compiuta su un campione di 230 persone, che mi ha permesso di registrare l’atteggiamento del pubblico verso alcuni dei cambiamenti descritti in questo lavoro (Capitolo IV e Appendice).

In conclusione, ho identificato tre diversi modelli di comportamento fruitivo che sembrano essere coerenti con i cambiamenti della sala e del contesto socio-tecnologico in cui l’esperienza cinematografica si inserisce (Capitolo V). In chiusura ho preparato delle schede tecniche che presentano le principali innovazioni descritte nella tesi: “Il suono stereofonico e i sistemi audio digitali”, “La tecnologia IMAX”, “La certificazione THX”.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 PREMESSA Da diversi anni a questa parte si discute dell’apporto dato da alcune innovazioni tecnologiche al linguaggio cinematografico: la numerizzazione del segnale analogico ha permesso di manipolare le immagini in fase di post- produzione ma anche di crearne altre ex novo, prive di referenti esterni (immagini di sintesi), così come ha ampliato le possibilità sonore del film. I cineasti si sono quindi confrontati con nuovi strumenti che hanno consentito di arricchire il linguaggio cinematografico ma anche il modo di pensare gli stessi film. Un altro aspetto legato alle nuove tecnologie ha raccolto invece un interesse minore essendo a volte confinato in ambiti di studio più propriamente tecnici: ci riferiamo ai cambiamenti nel contesto fruitivo, legati alle innovazioni di questi ultimi anni; oltre ad aver ampliato le possibilità del linguaggio cinematografico, esse hanno anche significativamente contribuito a migliorare le condizioni di fruizione ridisegnando lo spazio della sala cinematografica. Da assidui frequentatori di cinema abbiamo voluto approfondire questo discorso che riguarda più da vicino gli spettatori e le attuali modalità di fruizione del film nella sala cinematografica, consapevoli di trovarci a contatto con una realtà che è ancora in pieno sviluppo: è sufficiente pensare alla recente novità del “cinema elettronico” o digitale, di cui si parla solo da pochissimi anni, che potrebbe portare addirittura alla scomparsa della tradizionale pellicola cinematografica, a vantaggio di proiettori digitali e della “trasmissione” del film alle sale per mezzo del satellite. Una personale esperienza di lavoro fatta direttamente “sul campo” è stata uno stimolo ulteriore per approfondire questo argomento e adottare un più ampio punto di vista.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

cinema
imax
industria cinematografica
multiplex
sala cinematografica

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi