Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La ricostruzione dei generi nel cinema di Quentin Tarantino

Attraverso la destrutturazione e la ricostruzione di molti generi cinematografici e la contaminazione con altri linguaggi propri della cultura contemporanea, il regista Quentin Tarantino ha creato un nuovo genere cinematografico?
Un'analisi del lavoro e dell'opera del regista partendo dal concetto di genere aristotelico, passando per il gangster movie e il noir, attraverso il blaxploitation e gli spaghetti-western, fino a giungere al kung-fu movie...il tutto condito in "salsa splatter"!

Mostra/Nascondi contenuto.
3 CENNI SULLA TEORIA DEI GENERI IL CONCETTO DI GENERE Dell arte poetica in sØ considerata e delle sue specie, quale effetto abbia ciascuna, come si debbano costruire i racconti, se la poesia ha da riuscir bene, ed ancora da quante e quali parti Ł costituita e similmente di quante altre questioni son proprie di questa ricerca, diremo incominciando secondo l ordine naturale dapprima dalle prime. (Aristotele, Poetica, Bompiani Testi a fronte, 2000) Ecco che Aristotele ha definito l ambito della sua ricerca, in modo preciso e dettagliato, inserendosi nel dibattito contemporaneo (384-322 a.C.), ma originando al contempo un prototipo di teoria dei generi che chiunque si sia dedicato all argomento, in epoca romana, in epoca neoclassica, nel diciannovesimo nel ventesimo secolo, fino ad oggi, non ha potuto ignorare. Le parole chiave del discorso contemporaneo ad Aristotele, che in questo contesto ci interessa analizzare, sono M mesis, TŁchne, Po esis, intese come Imitazione, Arte, Produzione e l inserimento delle stesse all interno dei c oncetti di genere e di specie. L arte Ł imitazione della natura non nelle forme, ma nel modo di produzione; l arte quindi Ł un attivit guidata dalla ragione; la produzione poetica, in quanto imitazione delle azioni umane in una certa forma (mito), Ł, a tutti gli effetti, un arte. L epopea e la tragedia 1 ed ancora la commedia e il ditirambo2 ed anche gran parte dell auletica 3 e della citaristica4, tutte prese nel loro assieme, si trovano ad essere imitazioni; ma differiscono tra loro sotto tre aspetti, e cioŁ per il loro imitare o in 1 L epopea e la tragedia ed ancora la commedia e il ditirambo: forme poetiche trattate, esclusa quella che noi chiamiamo lirica. 2 ditirambo: canto corale accompagnato dal suono del flauto, connesso in origine con il culto di Dioniso. 3 aulo: strumento ad ancia somigliante al clarinetto, a fiato. 4 citaristica: arte della cetra, a percussione.

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Mattia Anselmi Contatta »

Composta da 105 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7381 click dal 08/06/2007.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.