Skip to content

Interazione tra il massiccio carbonatico del Gran Sasso d'Italia e le opere in sotterraneo presenti e future

Informazioni tesi

  Autore: Carlo Pretara
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2004-05
  Università: Politecnico di Milano
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria civile e ambientale
  Relatore: Cristina Jommi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 81

Viene analizzato un problema di attualità ingegneristica e politica come la realizzazione del terzo traforo del Gran Sasso ed uno dei laboratori dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare. A tale scopo si accerchia il problema facendolo precedere da un quadro di conoscenze necessarie ad una sua analisi ragionata. Si presenta così una caratterizzazione geologica dell'ammasso, si riportano i risultati di indagini geotecniche e si ricostruisce l'idrodinamica sotterranea dell'ammasso, con particolare riguardo alla sezione sovrastante l'acquifero. Si illustrano successivamente i lavori già eseguiti per lo scavo dei due trafori e delle caverne per i laboratori.
Infine, sulla base del quadro delle conoscenze raccolte e tra loro integrate, si procede ad un modello bidimensionale del problema, "sezionando" trasversalmente alle gallerie il monte in due punti diversi, raccordandosi ai sondaggi profondi eseguiti da cui è stata attinta la stratigrafia. Il modello viene implementato con il codice SEEP/W della Geostudio e, pur nella sua scarsa rappresentatività globale dell'ammasso e nella non ineccepibile significatività quantitativa, si è rivelato utile per simulare l'inserimento di un terzo traforo valutandone l'influenza sulla circolazione sotterranea e sulle portate già emunte.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
PREFAZIONE La scienza ci d la possibilit di conoscere i mezzi per giungere a uno s copo prescelto, ma non ci aiuta a decidere quali scopi perseguire. (B. Russe l) La natura Ł stata sempre talmente piø grandiosa degli esseri umani, da non essersi mai preoccupata del solletico che essa ha saltuariamente ricevuto da questi. Da qualche secolo per l uomo conosce talmente bene la tec nica da poterla, se non dominare, infastidire. Ma noi stessi uomini siamo natura, e sarebbe innaturale distruggerci: pare cos necessario quanto meno regolamentare il fastidio che gli esseri umani possono darle. A questo compito Ł essenzialmente chiamato l Ingegnere per la difesa del suolo. Il suo Ł un lavoro di mediazione tra uomo e natura, necessario per la sopravvivenza di entrambi. Questo elaborato si illude, tra l altro, di studiare l oppo rtunit realizzativa dal punto di vista tecnico di un tipo di opera tra le piø intriganti che l uomo possa progettare: una galleria. In particolare ci si Ł prefissi lo scopo di indagare in dettaglio l interazione con la natura di due tra le piø grandi gallerie europee, quelle che attraversano il Gran Sasso d Italia. Questo monte, situato al centro della penisola italiana, Ł la vetta degli appennini: ha la sua cima a quasi 3000 metri s.l.m. La realizzazione del traforo ha visto un complesso evolversi degli aspetti progettuali ed esecutivi, dovuto principalmente ad una particolare ed eccezionale situazione idrogeologica. Sul Gran Sasso si sono concentrate molte attenzioni della scienza, non solo nazionale, quando Ł stato scelto come sede per l Istituto Nazionale di Fisica Nucleare. Nelle sue viscere ospita infatti i laboratori dell INFN. Per molti versi unici al mondo, essi sfruttano i 1400 metri di roccia che li sovrasta che, assorbendo i raggi cosmici provenienti dall universo, ricreano quelle condizioni di silenzio cosmico fondamentali per alcuni esperimenti. A quelle profondit giun gono infatti i soli neutrini, che sono stati oggetto dei primi studi eseguiti nel laboratorio. Data l importanza che i laboratori rivestono in ambito mondiale per la fisica nucleare e date le numerose prenotazioni che aumentano da parte di molt i centri di ricerca per poter sfruttare le singolari condizioni presenti laggiø, Ł stato progettato un ampliamento dei laboratori (ora constano di tre sole ampie sale) ed una galleria esclusiva di accesso ad essi. L utilit , l impatto ambientale e l opportunit di questi interventi sono tuttora vittime di diverbi. Oggetto della trattazione sar anzitutto una caratterizz azione geologica dell ammasso del Gran Sasso, che si ispirer a studi gi eseguiti su di esso e geotecnica, che a sua volta partir dai sondaggi profondi ef fettuati prima degli scavi. Verr poi presentata una descrizione degli interventi di i ngegneria civile che sul Gran Sasso sono stati eseguiti e che si vogliono eseguire, con le modifiche che essi hanno causato nell ambiente circostante. Si studier , in part icolare, l influenza che questi scavi hanno avuto nella circolazione idrica sotterranea. Infine, su di uno spaccato

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

drenaggio
galleria dei servizi
gallerie
gran sasso
grandi opere
laboratori gran sasso
opere in sotterraneo
seep
terzo traforo
tunnel

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi