Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Tipologia del personaggio narrativo nell'opera di Leonardo Sciascia

Ci sono molti personaggi della narrativa sciasciana ripartiti in quattro capitoli che hanno come temi portanti l'autobiografismo, il personaggio tipo nella geografia letteraria siciliana, la fenomenologia, rapporto tra Sciascia e Sardegna.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione Questo lavoro sui personaggi di Leonardo Sciascia, muove nell’intento di mettere insieme una compilazione di tipi narrativi e la loro interpretazione. Arduo compito, dato il numero considerevole di tali tipi e la letteratura critica al riguardo. L’intera opera di Sciascia è stata sottoposta a diversi vagli di carattere narratologico, antropologico, filosofico, religioso e politico sin da quando l’autore era in vita. Famose, tra fama elitaria e diffusione popolare, le sue polemiche con i professionisti dell’antimafia, con alcuni importanti giornalisti della carta stampata che Sciascia accusavano di “istituire modello mafioso” per il solo fatto che Sciascia di mafia scrive, ma anche con il fisico Amaldi sulla scomparsa di Majorana e con i giudici che condannarono il presentatore televisivo Enzo Tortora dando credito alle confessioni di camorristi pentiti. Così come sono rilevanti le prese di posizione di Sciascia sulla morte di Pier Paolo Pasolini di cui rivendica unicità di amicizia, sul rapimento e sull’assassinio di Aldo Moro ad opera delle Brigate rosse e la rottura, proprio sulla questione delle Br, dell’amicizia con Guttuso. Capitolo a parte meriterebbe poi il suo «essere a sinistra», intriso più di illuminismo francese e di spirito lussiano (da Emilio Lussu: l’esule antifascista e il resistente di «Giustizia e libertà») 1 che adeguato, impossibile per uno come Sciascia, a logiche e direttive di partito. Leonardo Sciascia, nonostante fosse di natura schivo e riservato, era un personaggio pubblico. L’intera sua vita si riversa e si mescola nelle storie da lui costruite, vere oppure messe in metafora, una considerevole mole di scritture che tra letteratura e altro entrano in differenti generi. Tutto quello che riguarda Sciascia è documentato dalla scrittura: libri ma anche saggi per riviste specializzate, settimanali, quotidiani, cataloghi e pure fogli sparsi 2 . Uno stesso personaggio lo si può trovare in differenti punti di questo universo letterario, ma anche politico o, per dire di un classico che attira Sciascia, in un conte philosophique. “Candido” e “Courier”, per evidenziare due di questi personaggi, compaiono in differenti scritti e saggi, a volte con maggiore, altre con minore evidenza. Nella narrativa di Leonardo Sciascia, che fa tutt’uno con la sua capacità di far entrare il narrato dentro un ordito saggistico, Candido, per insistere su questo personaggio che ha anche carattere autobiografico, lo si può trovare collocato nel secolo dei lumi, una giusta appartenenza considerato che fu ideato da Voltaire, ma anche nella Sicilia del Novecento oppure, in 1 Per quanto di comparazione tra “tipi” sciasciani e “tipi” della letteratura sarda c’è in questa introduzione e nel prosieguo del lavoro, bisogna evidenziare come il capitano Bellodi del Giorno della civetta, uno dei personaggi più rappresentativi dell’universo narrativo di Sciascia, resta, come etichettatura, sempre al grado di “capitano”. Lo stesso accade in diverse analisi che riguardano l’opera letteraria e non solo di Emilio Lussu. Viene definito «il capitano Lussu», in quanto con quel grado combatté durante la prima guerra mondiale (ne esce il libro Un anno sull’altipiano) e con quella definizione, «su capitanu Lussu» in sardo, è entrato nel mito. Il reale Lussu e l’inventato Bellodi combatterono entrambi da azionisti durante la Resistenza. 2 Uno di questi è «Malgrado tutto», mensile di Racalmuto, in provincia di Agrigento, paese di Sciascia.

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Natalino Piras Contatta »

Composta da 197 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7228 click dal 24/10/2005.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.