Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Lo spazio nell'analisi sociologica. I simboli spaziali come oggetti culturali: il caso del ponte sullo stretto di Messina

Il nucleo centrale della tesi è la trattazione del progetto del ponte sullo Stretto di Messina come un oggetto culturale e mediatico.
Per arrivare a queste conclusioni prendo le mosse da due strade principali: quella dello spazio nell'analisi sociologica e quella dell' "oggetto culturale" per come è stata elaborata dagli studiosi della sociologia dei processi culturali.
Il primo percorso parte da Georg Simmel che, unendo un’impostazione filosofica ad un vivace interesse sociologico, ha scritto pagine importanti in cui le caratteristiche elementari dello spazio diventano oggetto di reinterpretazione di forme e interazioni sociali.
Poi l'attenzione è stata focalizzata sul francese Marc Augè e sul suo progetto di analisi della surmodernità attraverso la definizione dei “nonluoghi” in cui viene esperita un nuovo tipo di socialità, che offre spunti inediti e complessi all’occhio del sociologo contemporaneo.
Due approcci distinti dunque, ma una comune spiccata sensibilità nello studio della categoria spaziale colta attraverso la centralità della dimensione simbolica e culturale. Sarà proprio su questo livello che si snoderà principalmente l'analisi e l’occasione per dimostrare l’inevitabile legame tra queste due componenti (quella simbolica e quella culturale) e il contesto spaziale ci sarà data dal caso del ponte sullo Stretto di Messina.
La particolare relazione tra quella che sembra essere solo un’opera di ingegneria e il luogo in cui dovrebbe sorgere, reca con sé delle implicazioni culturali molto complesse e degli aspetti di forte problematicità sociale.
Lo strumento concettuale dell' “oggetto culturale” è importante, a questo punto, per individuare il significato sociale di un luogo geografico(i cui tratti peculiari sono analizzati all'interno della tesi). Ma per evidenziare ancora meglio questo aspetto, analizzeremo il dibattito mediatico attorno all’oggetto culturale “ponte sullo Stretto”. La nostra ipotesi è che tale produzione culturale sia testimonianza diretta del modo di percepire uno spazio come espressione primaria dell’identità personale e del gruppo sociale di riferimento.
Dopo aver evidenziato come lo scontro culturale e sociale si intersechi fortemente col semplice dibattito tecnico su questo progetto, i simboli spaziali non figurano solo come ambiti di socializzazione o di riferimento culturale ma catalizzano anche le tensioni esistenti tra processi di globalizzazione e comunità locali. Il percorso della tesi si conclude,quindi, affacciandosi sulla tematica dell'identità "meridiana" e sulla natura dei processi di sviluppo in quello spazio antropologico,sociale e culturale che è il Mar Mediterraneo.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 Introduzione Nell’approccio alle scienze sociologiche, le coordinate spaziali e temporali, sono state sempre considerate categorie costitutive, e quindi indispensabili, all’interno delle quali inquadrare l’azione umana. A livello puramente teorico, dunque, non ci deve stupire il fatto che in ogni trattazione sistematica anche delle più basilari problematiche sociologiche (in sostanza in quelli che consideriamo i “Manuali” fondamentali per la prima conoscenza di questa materia) , la questione delle grandezze spazio-temporali, sia introduttiva a qualsiasi discorso venga fatto successivamente sui processi sociali. Il punto che ci sembra interessante e che, sicuramente, ha ispirato buona parte di questo lavoro, è rappresentato dal tipo di attenzione, dimostrata dalle teorie sociologiche per lo spazio ed il tempo. Se dovessimo confrontare il ruolo di spazio e tempo, come contesto essenziale delle scienze sociali, con quello che poi è il reale interesse della gran parte dei sociologi nei loro confronti, andremmo probabilmente incontro ad un evidente squilibrio.

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Tommaso Altamura Contatta »

Composta da 159 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3624 click dal 07/11/2005.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.