Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Modello integrato per la pianificazione e simulazione della produzione in un azienda manifatturiera meccanica.

Argomento della tesi è uno studio finalizzato all’ottimizzazione della produzione in una piccola azienda del settore meccanico. Il progetto di BPR (Business Process Engineering) è stato ottenuto utilizzando un modello di simulazione generalizzato e quindi riadattabile ad altre entità ed un Data Base Relazionale contenete i dati aziendali e i processi.
Il modello di simulazione è stato studiato con metodi analitici e statistici, utilizzando sia tecnologie consolidate come l’Experimental Design che tecnologie più innovative come le reti neurali. I risultati ottenuti, presentati sotto forma di curve di livello spiegano in maniera efficente e intuitiva le relazioni e l’andamento del sistema fornendo un efficace supporto alle decisioni e un valido confronto per analisi “what if”.
Nota: un paper basato su questo modello sarà presentato a Dicembre alla “Winter Simulation Conference” Orlando, USA.

Mostra/Nascondi contenuto.
GIANLUCA MAGRO INTRODUZIONE ______________________________________________________________________________ 1 INTRODUZIONE Si è scelto di svolgere questa tesi per realizzare un lavoro completo che comprendesse un’esperienza in azienda ma anche che consentisse di mettere a frutto tutte le esperienze maturate nel corso dei cinque anni di studio. L’azienda proposta è la EUROFLEX s.r.l., che produce componenti per tende da sole e la cui sede è nei pressi di Padova. Sia l’azienda che il prodotto sono sicuramente tra i più adeguati al ramo della meccanica, trattando molti degli aspetti affrontati in modo teorico nel corso dei miei studi. Inoltre ritengo che, almeno per una prima esperienza, una piccola impresa sia la “palestra” adatta per chi si affaccia al mondo del lavoro e questa azienda mi ha offerto molte possibilità di crescita e di sviluppo a livello umano e professionale. Il mio progetto di tesi si occupa di uno studio completo dell’azienda, realizzato utilizzando metodi innovativi quali la simulazione del processo attraverso uno dei più utilizzati e completi tools di simulazione e l’analisi dei risultati attraverso l’experimental design, tecnica molto utile anche in altri campi dell’ingegneria. L’intero progetto può essere suddiviso in tre parti sia a livello pratico che teorico: ξ Esperienza aziendale (durata: tre mesi): in questa fase è stata effettuata la raccolta dei dati e si sono appresi i processi e i problemi dell’azienda. E’ stata un’esperienza positiva sia dal lato umano che professionale, in quanto si è avuto modo di imparare molto sia rispetto al lavoro di raccolta dati che agli aspetti del mondo del lavoro. ξ Realizzazione del modello di simulazione (durata: tre mesi e mezzo): in questa fase si è imparato ad usare il software per realizzare il modello e sono state acquisite conoscenze di buon livello su due linguaggi di programmazione molto noti e utilizzati quali Visual Basic for Application e SQL. Ho realizzato il modello cercando di adattarlo il più possibile alla realtà aziendale anche in considerazione dei dati che avevo. Il risultato è un buon lavoro, che certamente può essere implementato e migliorato seguendo un processo iterativo ma che rispecchia piuttosto bene ciò che si è osservato nella fase precedente. ξ Analisi dei risultati (durata tre mesi e mezzo circa): questa parte è stata svolta in parallelo con una fase finale di debug del modello. E’ la fase più teorica di tutto il progetto. La teoria su cui si basa è quella dell’Experimental Design, è pertanto anche una conoscenza molto importante in moltissimi settori e soprattutto il materiale in italiano è molto scarso. Nella documentazione e nello studio di questa teoria sono stati redatti alcuni appunti e una breve guida al software “Design on Experiment”. Si è poi provato l’utilizzo di reti neurali come metodologia alternativa. Si cercherà di seguire le stesse linee guida nella stesura di questo documento per rendere più agevole sia la comprensione del lavoro svolto che quella del processo logico.

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Gianluca Magro Contatta »

Composta da 214 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4743 click dal 16/11/2005.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.