Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Aggregazioni e privatizzazioni nei servizi pubblici locali: il caso Hera di Bologna

L’importanza della funzione esercitata dai servizi pubblici in un contesto economico moderno è strettamente avvinta alla possibilità che essi offrono di soddisfare in maniera immediata i bisogni, e di soddisfarne altri in maniera indiretta consentendo la produzione e/o consumo di beni.
L’evoluzione qualitativa e quantitativa dei servizi procede sempre in parallelo con la trasformazione e l’espansione della città moderna, originando un circolo virtuoso in grado di sfociare, senza soluzione di continuità, in un ciclo «bisogni - servizi - benessere» che si autoalimenta ed autogenera. Lo sviluppo sociale è, infatti, contrassegnato da un processo dinamico, per il quale il pieno soddisfacimento di un bisogno provocato dal perfezionamento di un servizio, determina la nascita di un nuovo bisogno elementare e dunque domanda di un nuovo servizio. I sistemi produttivi, siano essi nazionali, regionali o distrettuali necessitano per essere competitivi sul piano globale di elevati standard di efficienza territoriale. In tale situazione assume fondamentale importanza l’offerta ed il livello dei servizi pubblici locali. Ciò perché lo sviluppo socio-economico territoriale è diventato elemento del vantaggio competitivo delle aziende e la capacità da parte delle amministrazioni pubbliche di offrire una rete efficiente di servizi determina il grado di insediamento di nuovi investimenti e, soprattutto, il grado del radicamento e dello sviluppo di quelli già presenti risponde ai bisogni dei cittadini che giudicano le amministrazioni principalmente sulla base del loro soddisfacimento . [....]
Le spinte alla liberalizzazione dei mercati da parte dell’ordinamento comunitario, cui hanno fatto seguito le norme relative alla privatizzazione, formale/sostanziale, delle società erogatrici nonché le politiche di esternalizzazione, oltre alle esigenze di risanamento dei conti pubblici e di superamento delle inefficienze gestionali, nonché lo sviluppo tecnologico e la necessità di rivitalizzare il mercato borsistico hanno fatto da cornice ai cambiamenti succedutisi nel settore delle local utilities.
Le riforme che hanno investito il settore lo hanno profondamente trasformato, modificando completamente i caratteri della governance delle aziende produttrici, così come le modalità del controllo da parte degli Enti pubblici territoriali.
È in simili contesti che si avvertono per primi i bisogni collettivi da cui deriva la necessità di garantire adeguati servizi con la prerogativa di assicurare benessere per la collettività e progresso economico e sociale. Il sistema delle imprese pubbliche nella loro prima fase storica di inizio secolo che ne ha visto la nascita e la successiva evoluzione, appare nel complesso positivo, in particolar modo per quanto concerne la valutazione dei risvolti sociali connessi all’intervento pubblico.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Capitolo I I SERVIZI PUBBLICI LOCALI SOMMARIO: 1. Introduzione. 2.1 I servizi pubblici locali. Generalità. 2.2 I servizi pubblici locali, aspetti economici. 3. Evoluzione storico – normativa dei servizi pubblici locali. 3.1 La legge c.d. Giolitti e T.U. del 1925. 3.2 La riforme degli anni ‘90, verso la separazione della gestione dalla titolarità 3.3 I progetti 1998-2001. Gestione e concorrenza. L’art. 35 della l. 448/2001. 3.4 La finanziaria 2004 e l’affidamento in house. 1. Introduzione L’importanza della funzione esercitata dai servizi pubblici in un contesto economico moderno è strettamente avvinta alla possibilità che essi offrono di soddisfare in maniera immediata i bisogni, e di soddisfarne altri in maniera indiretta consentendo la produzione e/o consumo di beni. L’evoluzione qualitativa e quantitativa dei servizi procede sempre in parallelo con la trasformazione e l’espansione della città moderna, originando un circolo virtuoso in grado di sfociare, senza soluzione di continuità, in un ciclo «bisogni - servizi - benessere» che si autoalimenta ed autogenera. Lo sviluppo sociale è, infatti, contrassegnato da un processo dinamico, per il quale il pieno soddisfacimento di un bisogno provocato dal perfezionamento di un servizio, determina la nascita di un nuovo bisogno elementare e dunque domanda di un nuovo servizio 1 . I sistemi produttivi, siano essi nazionali, regionali o distrettuali necessitano per essere competitivi sul piano globale di elevati standard di efficienza territoriale. In tale situazione assume fondamentale importanza l’offerta ed il livello dei servizi pubblici locali. Ciò perché lo sviluppo socio-economico territoriale è diventato elemento del vantaggio competitivo delle aziende e la capacità da parte delle amministrazioni pubbliche di offrire una rete efficiente di servizi determina il grado di insediamento di nuovi investimenti e, soprattutto, il 1 D. Baroni, Enti locali e aziende di servizi pubblici. Assetti e processi di governance. Giuffré, Milano, 2004

Tesi di Specializzazione/Perfezionamento

Autore: Fiorella Iarussi Contatta »

Composta da 103 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3125 click dal 11/11/2005.

 

Consultata integralmente 15 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.