Skip to content

Gender Discourse and Malawian Rural Communities

Informazioni tesi

  Autore: Levi Zeleza Manda
  Tipo: International thesis/dissertation
  Anno: 2002
  Università: Rhodes University
  Corso: Journalism and Media Studies
  Relatore: Prof Larry Strelitz
  Lingua: Inglese
  Num. pagine: 118


Contrary to earlier beliefs and media theories such as the hypodermic needle or magic bullet, the audience of public communication is not a passive homogenous mass that easily succumbs to media influence. The audience is active, that is, it makes an effort to interpret media content. Depending on predisposing cultural, political, religious, or economic factors the audience makes different meanings from media texts. Media messages are not wholly controlled by producers, although the producers have their preferred and expected readings.

Using qualitative research techniques associated with ethnographic and cultural studies (notably focus group discussions), this study sought to explore the meanings rural people in Malawi make out of human rights and gender messages broadcast on radio and through music.

Interpreted against Stuart Hall’s (1974b) Encoding and Decoding model, the study concludes that while rural communities understand and appreciate the new socio-political discourse, they take a negotiated stance because they have their own doubts and fears. They fear losing their cultural identity. Additionally, men, in particular, negotiate the messages because they fear losing their social power over land, property and family.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Chapter 1: Introduction Gender activists, who sparked a debate on marital rape at a recent meeting in Mangochi, should carefully scrutinise issues before tabling them at any forum. [Otherwise], they risk triggering debates that will only make people question their integrity and put them in bad light. We have our own cultures and traditions. So, we shouldn't allow anyone to import strange ideas from other countries. Gender activists have an obligation to inform and educate and not to disintegrate our social norms. (Saizi Ayipira, Daily Nation (Malawi) 12/12/2001) 1.0 Introduction The above quotation points to the fact that human rights, and gender equality in particular, have become serious and controversial social and political issues in Malawi. It sets the tone of the background to the study, which I discuss in this chapter. Further, in this chapter, I give the justification and explain the goal of the research. I also define the main terms used in the study. Finally, I summarise the study by giving the organisation of the thesis. 1.1 Background to the study Since Malawi reverted to multiparty politics following the referendum of June 14, 1993, human rights discourse has imposed itself on the political and social agenda. There are over 180 NGOs registered with the Council for Non-governmental Organisations in Malawi (CONGOMA). Of these, 46 are classified as human rights advocates (visit http://sdnp.org.mw/ngo/ngo-mw-list.html). However, not all registered human rights NGOs are equally active. The most active are the Women and Law in Southern Africa (WILSA), Women’s Voice, the Civil Liberties Committee (CILIC), the Human Rights Commission, Malawi Centre for Advice on Rights, Education and Research (Carer), the Centre for Human Rights and Rehabilitation (CHRR), the Public Affairs Committee (PAC), the media, the churches and the Inter-Ministerial Committee on Human Rights and Democracy (IMCHRD). These NGOs have since 1994 campaigned for human rights in rural as well as urban areas across the country. The methods of advocacy include interpersonal communication using church and village leaders as opinion leaders, stage and radio/TV drama, public debates (funded mostly by GTZ and USAID), music, and paid for news releases in newspapers. In 1999, the Centre for Human Rights and Rehabilitation contracted the Malawi Institute of 6

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

communication
democracy
development
gender
mass communication

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi