Skip to content

Interventi di sostegno come risposta al disagio della famiglia del militare

Informazioni tesi

  Autore: Serena Barbi
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2002-03
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Psicologia
  Corso: Psicologia
  Relatore: Bruna Zani
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 140

In questa indagine esplorativa è stato analizzato il tema, ancora poco conosciuto in Italia ma estremamente vasto e complesso, della famiglia del militare (FdM), delle sue dinamiche interne e della stretta relazione esistente tra essa e la realtà della Forza Armata.

È stato osservato il disagio che la FdM sviluppa in conseguenza dell’azione inglobante del sistema militare su di essa e dei ritmi e obblighi peculiari che esso comporta, quali l’intensa mobilità o il pendolarismo tra il luogo di assegnazione e la residenza della famiglia, le frequenti assenze da casa per missione, il dovere di reperibilità permanente. Vita familiare e vita militare, nel loro reciproco condizionamento, entrano perciò in conflitto in quanto il militare si trova diviso tra due organizzazioni che gli richiedono, contemporaneamente, completa dedizione. Intraprendere la carriera militare implica qualcosa di più di una semplice scelta occupazionale: è piuttosto la scelta di uno stile di vita, e in quanto tale permea con forza tutti gli aspetti di vita di un individuo.

Al fine di indagare quanto la presenza di interventi di sostegno mirati diminuisca il disagio delle FdM, è stata osservata la realtà di vita di tali famiglie in nazioni in cui tali interventi sono attivati, e quella di paesi in cui non è previsto alcun tipo di sostegno. Questa ricerca perciò si è concentrata non solo sulla situazione italiana, ma anche su quella di altri paesi, quali Stati Uniti, Canada, Germania, Spagna, Portogallo. Mi sono avvalsa di strumenti di indagine quali l’osservazione partecipante (della durata di due mesi nella base NATO E-3 Component di Geilenkirchen, Germania), la frequentazione prolungata del complesso NATO di Bagnoli, numerose interviste semi-strutturate (rivolte a ufficiali, sottufficiali, mogli di militari italiani e stranieri, al personale operante nei Family Support Center statunitensi e canadesi), e infine di un questionario (elaborato con la consulenza dell’Associazione Consorti Militari Italiani, di una sociologa dell’Organizzazione Militare e di una psicologa USA della famiglia) somministrato alle mogli di militari di 6 differenti paesi NATO.

La maggioranza dei questionari sono stati somministrati all’interno della base NATO di Geilenkirchen ad un campione di riferimento costituito da 101 famiglie, di cui 47 italiane.
Il questionario, costituito da 44 domande con risposta a scelta multipla, indaga principalmente le conseguenze dei distacchi per missione del membro militare dal resto della famiglia, le ripercussioni della mobilità del militare sulla famiglia, gli effetti della scelta di pendolarismo del militare tra la base di assegnazione e il luogo di residenza della famiglia al fine di non farla trasferire, la percezione della famiglia circa l’incidenza della vita militare sul suo equilibrio interno, la qualità della vita della FdM italiana confrontata con la realtà di famiglie “civili” o di FdM di altre nazioni, e infine le opinioni delle famiglie circa l’importanza dell’attivazione di interventi di sostegno alla famiglia del militare.

Una lettura dei risultati in chiave esplorativa ha fatto emergere, nelle differenti dimensioni trattate, interessanti diversità nelle opinioni espresse dalle famiglie del nostro campione a seconda della loro nazionalità d’origine, del loro assetto familiare, della posizione gerarchica, del numero di trasferimenti effettuati e della frequenza di distacchi per missione del membro militare dal resto della famiglia.

Sulla base delle conoscenze acquisite è stata maturata la convinzione che la promozione di interventi volti al sostegno della famiglia del militare sia elemento assai importante per la sopravvivenza della famiglia stessa e, con lei, dell’istituzione militare.

L’intero progetto ha voluto inoltre testare la valenza informativa dello strumento del questionario, favorire la consapevolezza delle famiglie militari nostre connazionali e contribuire a far conoscere all’opinione pubblica una realtà rimasta per troppo tempo ignorata, in modo da favorire così lo sviluppo di iniziative rivolte al sostegno della famiglia militare e la creazione di reti tra soggetti ed enti interessati. Lo scopo ultimo, ma non per questo meno importante, è quello di attivare un processo in cui sono gli stessi membri della comunità militare a diventare protagonisti attivi, a prendere coscienza delle loro condizioni, delle loro necessità primarie, così come delle risorse di cui dispongono.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Disagio della famiglia del militare: interventi di sostegno 1 INTRODUZIONE Il tema della famiglia Ł particolarmente rilevante nell economia dei sistemi sociali. E chiaro che le interdipendenze tra sistema sociale e famiglia sono biunivoche e assai problematiche; se da un lato il sistema sociale, di qualsiasi tipo esso sia, agisce sulla famiglia, dall altro la famiglia agisce sul sistema sociale nel quale Ł inserita. Tra i vari ambiti di interesse della psicologia di comunit , l esclusiva realt della famiglia del militare ed il suo legame strettissimo con le caratteristiche specifiche della Forza Armata e le sue esigenze Ł, a tutt oggi, ancora poco studiata. L accentuata mobilit delle residenze, la valenza d elle assenze paterne dal contesto famigliare, la non rara separazione degli ambienti di vita rispetto a quelli comuni e altre variabili della cultura militare costituiscono la base di altrettante specificit nell interpretazione dell intera dinamica famigliar e, compresa in primo luogo quella relazionale tra coniugi e tra genitori e figli. Fino a 10 anni fa non si discuteva affatto della famiglia del militare e c era scarsit di riferimenti in merito in letteratura. O ggi le politiche di governo delle varie nazioni hanno portato a forze armate a predominanza di volontari, rendendo cruciale il mantenimento del numero necessario di militari. Arruolamento e perseveranza nel servizio sono strettamente condizionati dal benessere e dall appagamento ragionevole della famiglia del militare e per questo i governi di alcuni paesi NATO hanno sviluppato negli ultimi anni la consapevolezza che il supporto della famiglia militare Ł di vitale importanza per la sopravvivenza delle Forze Armate, stimolando e finanziando in conseguenza le ricerche in questo ambito. La ricerca che qui si propone intende mettere a fuoco problematiche e dinamiche tipiche ed esclusive della famiglia inserita nel contesto militare focalizzando poi l attenzione sui provvedimenti gi attivati in diversi paesi del mondo in risposta ai disagi emersi. Le problematiche e le dinamiche tipiche della famiglia militare e la necessit di servizi di sost egno ad essa sono stati in questo

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi