Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Dalla sostenibilità bioclimatica alla gestione automatica dell’edificio: il Centro Integrato CISES

Edilizia Integrata come sintesi di un percorso progettuale che punta da una parte alla pratica bioclimatica, privilegiando soluzioni passive e non convenzionali, e dall’altra si avvale di soluzioni “intelligenti” e informatizzate per la gestione energetica dell’edificio. Applicazioni bioclimatiche come camini solari, tecniche di ventilazione naturale, torri del vento, facciate solari passive a guadagno diretto, solar shading, pannelli fotovoltaici e soluzioni di gestione come il BEMS (Building Energy Management System) sono state sperimentate nel progetto del Centro Integrato dei Servizi e dello Sviluppo a Bisceglie, rispondente a criteri economico-esigenziali ed il cui inserimento è stato ponderato in virtù delle specificità climatico-morfologiche del sito.

Mostra/Nascondi contenuto.
POLITECNICO DI BARI / FACOLTA’ DI INGEGNERIA / CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA EDILE A.A. 2002/2003 TESI DI LAUREA IN ARCHITETTURA TECNICA I DALLA SOSTENIBILITÀ BIOCLIMATICA ALLA GESTIONE AUTOMATICA DELL’EDIFICIO: IL CENTRO INTEGRATO CISES LAUREANDO MAURO PAPAGNI / RELATORE PROF. GIOVANNI FUZIO PREVIEW Per comprendere cosa propone la sostenibilità nell’edilizia, occorre un approccio nuovo contraddistinto dalla consapevolezza di ripensare il nostro modo di vivere, di produrre e nel nostro caso, di costruire, alla luce delle “moderne opportunità”. I principi della sostenibilità, infatti, si stanno consolidando in un ambito che non è più ascrivibile alla sola sperimentazione ed alla realizzazione di edifici prototipo ma riguarda una scala più vasta in cui “sostenibilità” diviene “fattore di qualificazione e visibilità” degli interventi. Con questo approccio si attribuisce alla “progettazione sostenibile” un doppio percorso da seguire: da una parte: i fattori climatico-naturali, le componenti ambientali e le fonti di energia alternative definiscono l’architettura bioclimatica che si caratterizza per il forte legame che il paesaggio costruito ricerca con l’ambiente esterno; dall’altra: la tecnologia, la ricerca e le applicazioni di Building Automation definiscono la gestione automatica delle risorse energetiche dell’edificio. L’Architettura Bioclimatica realizza “costruzioni” in cui si adottano soluzioni progettuali che limitano l’uso di impianti così come comunemente intesi preferendo soluzioni passive e “l’esperienza” bioclimatica tradizionale “rivisitata” in chiave moderna. La Gestione Automatica realizza edifici intelligenti curando il management ed il controllo delle strategie bioclimatiche adottando soluzioni specializzate ad alte prestazioni e tecnologia, in particolare, sistemi BEMS Building Energy Management System di gestione energetica dell’edificio. Il punto di arrivo è l’Edilizia Integrata che è quindi una sorta di “linguaggio moderno” della architettura, una scelta strategica coerente al livello di crescita della civiltà, che attinge dalle varie discipline e sviluppa un percorso organico di sintesi tra bioclimatica e tecnologia. Lo scopo del lavoro è quello di applicare i criteri di edilizia integrata in un progetto esemplare che è il Centro Integrato dei Servizi e dello Sviluppo (CISES) pensato nella città di Bisceglie lungo la Statale 16 in direzione Trani, in un’area commerciale nella zona ovest della città. Esso nasce da un percorso che: si propone lo Sviluppo locale; si rivolge al Sistema di piccola-media impresa ed al territorio; è in linea con gli assi del Piano Operativo Regionale Puglia 2000-2006 e con le analisi svolte nella realtà locale; mira a costituire un “polo” in grado di svolgere attività di supporto, crescita, sviluppo, valorizzazione della economia e realtà locale. Il CISES dovrà pertanto dialogare con Enti, PMI, PA instaurando rapporti professionali e collaborazioni; fornire servizi ed assistenza gestionale economico-amministrativa; creare la rete di offerta per prodotti e servizi locali, creare la rete promozionale definendo un programma di marketing mirato; fornire consulenza e promozione delle nuove imprenditorialità e dei nuovi investimenti; fornire e organizzare servizi di formazione per le imprese; corsi ed attività e-learning; svolgere studi ed analisi delle risorse territoriali con mezzi innovativi; sviluppare progetti integrati per l'ambiente, studi di fattibilità, promozione e sostegno delle fonti di energia rinnovabili; coordinare e gestire i servizi e-government della PA. Operativamente, il CISES è suddiviso in tre macro-aree: 1

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Mauro Papagni Contatta »

Composta da 149 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3826 click dal 11/01/2006.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.