Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le nuove prospettive del fantasy: Artemis Fowl di Eoin Colfer

Durante la mia ricerca ho cercato di analizzare sotto diversi punti di vista la nascita, lo sviluppo e la diffusione di Artemis Fowl di Eoin Colfer, un nuovo bestseller per ragazzi. Le principali difficoltà riscontrate in questa analisi riguardano maggiormente la scarsa reperibilità di critiche e recensioni: difatti non vi sono stati supporti cartacei validi inerenti il lavoro di Colfer; la maggior parte del materiale reperibile in merito è frutto di ricerche svolte su internet, di cui poche sono le fonti certificate e realmente riconoscibili. Relativamente alla ricezione del libro, è facile notare come la serie di Artemis Fowl sia stata subito molto apprezzata, conquistando sia un pubblico adulto sia un target più giovane di lettori. Per questo motivo la comprensione del linguaggio, alto e ben articolato, e la sua corretta traduzione in italiano sono fondamentali e determinanti per il successo dell’opera anche al di fuori del paese di pubblicazione.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 1.LETTERATURA FANTASTICA CONTEMPORANEA 1.1: DEFINIZIONE DEL GENERE Tra i diversi studi sul genere fantastico, quello che più di tutti viene considerato il primo esame metodico e originale della letteratura detta di genere o di consumo fu Introduction à la littérature fantastique di Todorov. Uscita negli anni Sessanta in un periodo di forte rinnovamento degli studi letterari, riuscì a focalizzare l’attenzione sulla letteratura “di modo fantastico”, dando così inizio ad una serie di studi, discussioni e ricerche sull’argomento e riscoprendo un’intera tradizione letteraria. Considerato da sempre un genere minore, il fantastico fino ad allora veniva attribuito alla paraletteratura: fu quindi grazie a Todorov, che di conseguenza rimase il punto di riferimento di tutti gli atri studi a seguire, che se ne riscoprì il valore, l’importanza e l’esigenza di definizione. Colui che percepisce l’avvenimento deve optare per una delle due soluzioni possibili:o si tratta di un’illusione dei sensi > } ≅ oppure l’avvenimento è realmente accaduto, è parte integrante della realtà, ma allora questa realtà è governata da leggi a noi ignote > } ≅ Il fantastico occupa il lasso di tempo di questa incertezza; non appena si è scelta l’una o l’altra risposta, si abbandona la sfera del fantastico per entrare in quella di un genere simile, lo strano o il meraviglioso. Il fantastico è l’esitazione provata da un essere il quale conosce soltanto le leggi naturali, di fronte a un avvenimento apparentemente soprannaturale. 1 1 T. Todorov, Introduction à la littérature fantastique, trad. it. di E.K. Imberciadori, La letteratura fantastica, Garzanti, Milano, 1977, pp. 25-26.

Tesi di Laurea

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Nadia Passetti Contatta »

Composta da 151 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2262 click dal 28/11/2005.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.