Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il percorso della notizia dalla fonte al cittadino attraverso la rete: il caso Governo.it

La tesi - discussa ad Aprile 2005 quindi basata su dati aggiornati al Febbraio 2005 - affronta il tema di come la pubblica amministrazione comunica e informa il cittadino attraverso l'utilizzo delle nuove tecnologie.
4 sono le macroaree del lavoro:
1) analisi di come interent sia entrato nelle dinamiche dell'informazione italiana, storia dei giornali on line dagli Stati Uniti sino agli esempi italiani, come è ordinato e gestito un portale di informazione, come si redigono i contenuti, differenze dal cartaceo e nuove figure professionali nate dall'utilizzo della rete
2) metodi e caratteristiche della comunicazione e dell'informazione pubblica alla luce della legge 150/2000 che disciplina tali pratiche. Dopo un approfondito focus sul tema della comunicazione pubblica in italia. l'analisi si sposta sulle figure che oggi operano in questo campo e sui mezzi e gli strumenti che utilizzano sia verso i cittadini che verso i media.
3) il web istituzionale: quali sono le regole fondamentali per sfruttare al meglio il web nella comunicazione al cittadino. Partendo dalla ricerca di Censis e Rur sul web istituzionale si approfondisce la diffusione di tale strumento, se ne chiariscono usi, limiti e potenzialità.
4) analisi approfondita del caso www.governo.it, il più autorevole sito istituzionale italiano, che racchiude giornalismo on line, comunicazione al cittadino e paradigmi del web istituzionale.
Il lavoro si è basato su un periodo di tirocinio che ho svolto presso la redazione del sito web di Palazzo Chigi.

Mostra/Nascondi contenuto.
- INTRODUZIONE - - 5 - INTRODUZIONE Negli ultimi cinque anni l interazione fra Internet, giornalismo e Pubblica Amministrazione ha dato vita a nuove forme di dialogo tra amministratori ed amministrati, che hanno portato i due soggetti a collaborare sempre di piø per il raggiungimento degli obiettivi condivisi. La nuova tecnologia ha di fatto annullato buona parte dello spazio oscuro che impediva ai cittadini di poter entrare nell attivit della Pubblica Amministrazione, capire come essa modificasse la loro vita e partecipare direttamente ai processi decisionali. Il percorso di apertura dell amministrazione aveva avuto il primo slancio all inizio degli anni novanta grazie a due provvedimenti1 che sancivano l essenzialit della trasparenza degli atti amministrativi e della partecipazione dei cittadini al provvedimento amministrativo. Su queste basi era stata definita l importanza dell informazione e della comunicazione pubblica, elementi che potevano garantire l efficacia delle notizie rivolte ai cittadini e della loro diffusione attraverso i media. Nel 2000, con la legge 7 giugno n.150, avviene il passo determinante che di fatto sancisce il ruolo centrale di tali discipline all interno delle amministrazioni pubbliche, determina le professionalit adatte a tali compiti e introduce la comunicazione e l informazione come funzioni costitutive dell amministrazione. Gli enti pubblici qualificano l organico con l inserimento di figure, come il comunicatore pubblico e il giornalista pubblico , che rispondono a determinat i requisiti professionali e ai quali viene affidato il compito di far conoscere all esterno l attivit interna dell amministrazione. Ecco che si delinea un nuovo ambito d azione del giornalista, non piø alle prese con le prerogative di una testate e con le indicazioni dell editore ma al servizio dell amministrazione nella piena conoscenza di tutte le sue attivit interne. Il giornalista pu bblico si trova a dover valutare quali notizie veicolare all esterno, attraverso quali canali e su 1 Legge 7 agosto 1990, n. 241, legge 8 giugno 1990, n. 142

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Tommaso Rosa Contatta »

Composta da 201 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1578 click dal 16/12/2005.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.