Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La pena di morte. Significato, valore, attualità

Dimensioni ed attualità del tema.
Abbiamo scelto la tesi sulla pena di morte per vari motivi:
- il nostro ambiente di lavoro (la Polizia di Stato), dove il personale spesso è più che sensibile al problema;
- la sua attualità: la pena di morte suscita forti emozioni e ampi dibattiti.
Presente nelle legislazioni di ogni cultura e popolo, considerata fin dall'antichità come la massima punizione per chi aveva commesso delitti ritenuti gravi, per secoli è stata accettata come conforme all'ordine morale e utile alla preservazione dell'ordine pubblico. Ma è pur sempre la soppressione, con i crismi della legalità, di un essere umano ed è fondamentale chiederci se lo Stato abbia o meno il diritto di uccidere un suo cittadino. Inoltre non può essere separata dal problema dei diritti umani, in quanto negando il valore stesso della vita umana e violandola, mina alla base tutti i diritti ad essa connessi quali:
- diritto alla libertà di espressione e di opinione;
- diritto alla giustizia ed all'uguaglianza di fronte alla legge.
Alla pena capitale è legato anche un altro problema, quello della pena di morte extragiudiziale, consistente nell'eliminazione di individui considerati pericolosi, soprattutto politicamente, ed eseguita da organi dello Stato o da esso tollerata volutamente. La questione della sua abolizione è quindi sempre più pressante.


Mostra/Nascondi contenuto.
1 0. INTRODUZIONE 0.1. Dimensioni ed attualità del tema . La prima constatazione verte sull'attualità del tema: la pena di morte suscita forti emozioni e ampi dibattiti. Presente nelle legislazioni di ogni cultura e popolo, considerata fin dall'antichità come la massima punizione per chi aveva commesso delitti ritenuti gravi, per secoli accettata come conforme all'ordine morale e utile alla preservazione dell'ordine pubblico e della sicurezza pubblica, la pena capitale è stata applicata per: - punire i reati contro la persona come l'omicidio; - tutelare il patrimonio, inteso non solo come possesso di ingenti quantità di denaro od oggetti preziosi, ma anche di uno o più animali; - difendere l'ordine costituito contro i sovversivi; - reprimere reati religiosi, dalla bestemmia all'eresia, con condanne di credenti e non credenti; - motivi ideologici con l'eliminazione degli oppositori politici.

Tesi di Laurea

Facoltà: Istituto di Scienze Religiose

Autore: Antonio Piccione Contatta »

Composta da 170 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 13706 click dal 20/12/2005.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.