Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La crisi del mondo del calcio: fattori determinanti e possibili soluzioni. Il Caso S.S. Lazio

L’estate era la stagione in cui ci si disintossicava dalla malattia-calcio, un periodo in cui solo i tifosi più accaniti seguivano da vicino i ritiri pre-campionato. Da un paio d’anni invece, più precisamente dall’estate 2002, nella stagione più calda dell’anno si gioca una sorta di campionato parallelo: quello dei bilanci truccati, dei debiti non pagati, delle carte bollate e dei mille ricorsi; le partite si giocano in aule giudiziarie, in tribunali amministrativi davanti ai giudici, gli arbitri indossano toghe.
Con il mio lavoro tenterò di ripercorrere la strada che ha portato il calcio sull’orlo del baratro.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE L’estate era la stagione in cui ci si disintossicava dalla malattia-calcio, un periodo in cui solo i tifosi più accaniti seguivano da vicino i ritiri pre-campionato, le amichevoli con rappresentative e squadre locali con conseguente raffica di gol, una stagione dedicata al calciomercato, agli acquisti da fantacalcio che riempivano le prime pagine dei giornali. Sembrano passati secoli da quando il triplice fischio dell’arbitro dava inizio ai festeggiamenti per una meritata salvezza o una promozione inattesa oppure mandava nello sconforto totale i tifosi sconfitti ai quali non rimaneva che aspettare un altro anno per potersi rifare e vedere la propria squadra trionfare. Da un paio d’anni invece, più precisamente dall’estate 2002, nella stagione più calda dell’anno si gioca una sorta di campionato parallelo: quello dei bilanci truccati, dei debiti non pagati, delle carte bollate e dei mille ricorsi; le partite si giocano in aule giudiziarie, in tribunali amministrativi davanti ai giudici, gli arbitri indossano toghe; i giocatori diventano i presidenti circondati da schiera d’avvocati pronti a darsi battaglia fino all’ultimo cavillo. I risultati possono essere sorprendenti, cancellazioni e fallimenti possono sovvertire completamente il verdetto del campo, retrocessioni e promozioni a tavolino non sono più ipotesi eccezionali, ai tifosi non rimane che accettare il verdetto evitando di scatenare vere e proprie rivolte popolari. Con il mio lavoro tenterò di ripercorrere la strada che ha portato il calcio sull’orlo del baratro.

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Fiorenzo Iovane Contatta »

Composta da 124 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2755 click dal 20/12/2005.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.