Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Lo sportello unico e il procedimento autorizzatorio per le attività produttive

Il legislatore ha delegato allo sportello unico il compito di assurgere a simbolo e archetipo ideale di una più vasta riforma amministrativa.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione La pubblica amministrazione inefficiente: costo per le imprese, costo per la collettività Il problema della scarsa efficienza delle strutture burocratico- amministrative è, ormai da qualche anno, al centro della riflessione della dottrina e delle attenzioni del legislatore nazionale e comunitario. In Italia, come nella maggior parte dei paesi industrializzati, il sovrapporsi di antiche inefficienze burocratiche e di nuove esigenze di regolamentazione, con la conseguente stratificazione di norme settoriali, ha finito con il generare una situazione caotica, fonte di oneri per i cittadini e per le imprese 1 . Nei paesi occidentali, a partire dagli anni ’90, si sono susseguiti studi, rapporti, ricerche, dichiarazioni d’intenti, documenti ufficiali, riforme legislative allo scopo di assicurare finalmente una piena e completa attuazione al principio di buona amministrazione. Secondo una ricerca del centro studi di confindustria risalente al 1998, la totalità delle imprese italiane maturavano annualmente 250 milioni di contatti con le pubbliche amministrazioni e dovevano subire circa 6 milioni di controlli. Tra pubblica amministrazione e singolo cittadino si stabilivano tra i 30 ed i 45 contatti annui, con la conseguente perdita di 90 milioni di giornate lavorative. 1 Cfr. S. CASSESE e G. GALLI (1998), “Introduzione”, 11-12. Gli autori sostengono come tutto ciò abbia determinato la creazione di un “ambiente ostile allo sviluppo dell’impresa e dell’intero sistema economico”.

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Paolo Muzi Contatta »

Composta da 218 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2217 click dal 13/01/2006.

 

Consultata integralmente 18 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.