Skip to content

Analisi dei profili organizzativi del business system cinese

Informazioni tesi

  Autore: Simone Roldo
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2004-05
  Università: Università degli Studi di Pisa
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze della politica
  Relatore: Federico Niccolini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 150

Ogni giorno i rapporti economici tra il nostro Paese e la Cina si fanno sempre più frequenti e complessi: le aziende italiane si confrontano quotidianamente con l’economia di questa nazione. Tassi di crescita dell’economia ineguagliati dalle altre nazioni, mercato interno dalle potenzialità immense, grandissima capacità produttiva, costo del lavoro bassissimo, problemi ambientali: sono solo alcune delle caratteristiche della Repubblica Popolare Cinese che in questi anni sta sfidando le potenze economiche mondiali. Il fatto che tutti questi fattori caratterizzino il paese più abitato della terra non può far altro che accrescere la necessità di conoscenza di quest’immensa nazione, di conoscere quali siano i suoi punti di forza e di quali siano le problematiche che la contraddistinguono.
Partendo da queste premesse, l’obiettivo di questa dissertazione è analizzare l’ambiente organizzativo cinese, prestando particolare attenzione alle principali dimensioni organizzative che possono maggiormente influenzare la strategia delle imprese italiane che vogliano orientare i loro investimenti sul territorio della Repubblica Popolare Cinese.
Tra questi fattori si possono annoverare le peculiarità del settore delle risorse umane, la cui principale caratteristica è un mercato del lavoro con un elevato surplus di manodopera che mantiene i salari dei lavoratori cinesi su livelli di retribuzione media oraria di circa cinquanta centesimi di Euro.
Molti studi evidenziano come le relazioni interorganizzative che si sviluppano tra gli attori del business system cinese siano profondamente influenzate da un sistema di valori quanto mai diverso rispetto ai paradigmi occidentali, come ad esempio il concetto di guanxi.
Vincoli, ma anche opportunità per l’investitore straniero, derivano dall’ordinamento giuridico di un’economia che solo negli ultimi due decenni del ’900 si è gradualmente aperta agli investimenti provenienti dall’estero, prevedendo inizialmente la sola possibilità di operare attraverso joint venture costituite con partner cinesi, ma che in seguito ha aperto anche all’opportunità di costituire società ad intero capitale straniero.
La RPC attrae sempre più investimenti dall’estero ed è divenuta la principale area manifatturiera di tutto il mondo, tuttavia le imprese italiane che finora hanno sfruttato le opportunità di questo Paese sono ancora relativamente poche. L’incremento della presenza italiana nella RPC potrebbe far sì che questo Paese non sia più visto esclusivamente come una minaccia alla nostra economia, ma che sia visto anche come un mercato dalle immense opportunità probabilmente finora eccessivamente sottovalutato.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
6 INTRODUZIONE Giovedì 6 gennaio 2005 il governo di Pechino ha festeggiato ufficialmente il superamento di quota un miliardo e trecento milioni di abitanti, circa ventitre volte il numero dei cittadini italiani. La Repubblica Popolare Cinese (RPC) è lo Stato che annovera il maggior numero di cittadini al mondo ed è entrata nel nuovo millennio imponendosi sempre più nella vita quotidiana di tutti i Paesi del mondo, in particolar modo dal punto di vista economico. Tassi di crescita dell’economia ineguagliati dalle altre nazioni, mercato interno dalle potenzialità immense, grandissima capacità produttiva, costo del lavoro bassissimo: sono solo alcune delle caratteristiche della RPC che in questi anni sta sfidando le potenze economiche mondiali. Il fatto che tutti questi fattori avvengano nel paese più abitato della terra non può far altro che accrescere la voglia di conoscenza di questa immensa nazione, di conoscere quali siano i suoi punti di forza e di quali siano le problematiche che la caratterizzano. Non passa giorno che i mass media non alimentino il dibattito sul “fenomeno Cina”, contribuendo solo in parte ad accrescere il livello di conoscenza di questo paese, molto spesso limitandosi ad una prospettiva provinciale che alimenta la visione stereotipa della Cina che fa solo concorrenza sleale nel mondo copiando i prodotti occidentali e invadendo i mercati con prezzi irrisori. Sono alimentate polemiche sterili e vengono addotte di volta in volta nuove motivazioni che dovrebbero mettere in guardia gli imprenditori, i lavoratori e i consumatori dai pericoli provenienti dai sempre più frequenti rapporti con la RPC. L’obiettivo di questa dissertazione è quello di analizzare l’ambiente organizzativo cinese, cercando di analizzare le principali dimensioni che possono maggiormente influenzare la strategia delle imprese italiane che vogliano investire nella RPC.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi