La radio d'informazione vista dal suo interno: il caso Radio24

La tesi affronta in maniera estesa e particolareggiata l'analisi delle dinamiche produttive e redazionali all'interno dell'emittente radiofonica d'informazione Radio24, di proprietà del gruppo editoriale che fa capo al quotidiano economico finanziario "Il Sole 24 Ore". Si tratta di uno studio etnografico originale svolto sul campo il cui approccio metodologico utilizzato è quello definito nell'ambito della sociologia delle emittenti come "osservazione partecipante", che implica quindi l'attività diretta dello studioso in prima persona all'interno dell'oggetto studiato. Nel mio caso per poter arrivare a dei risultati concreti ho lavorato per 3 mesi come assitente alla produzione presso la redazione programmi di Radio24. A completamento della ricerca ho anche registrato 13 interviste originali ad alcuni personaggi chiave dell'emittente, partendo dal livello giornalistico più basso fino ad arrivare alle figure dirigenziali di più alto livello. Gli 'obbiettivi principali di questa tesi erano principalmente due: innanzitutto poter definire correttamente cosa sia una radio d'informazione vera e propria, paragonandola anche con alcuni esempi italiani e stranieri; poi descrivere dettagliatamente quale tipo di struttura giornalistica ci fosse alle spalle di un emittente di questo tipo.
La mia personale ricerca etnografica, dopo aver individuato l'oggetto dello studio, ha attraversato 6 fasi pratiche di osservazione prima e di elaborazione dei dati poi: definizione del disegno della ricerca; accesso al campo; raccolta e registrazione dati; realizzazione delle interviste; analisi dei dati; scrittura del resoconto. Nel primo capitolo ho voluto innanzitutto contestualizzare l'ambito della tesi, prima definendo il quadro storico della radiofonia mondiale e nazionale, poi rivolgendo l'attenzione direttamente al rapporto tra radiofonia e informazione. Nel secondo capitolo ho introdotto il caso di studio della tesi, l'emittente radiofonica d'informazione Radio24, inizialmente analizzandola dal punto di vista del progetto editoriale e della sua concreta realizzazione, chiudendo infine con i risultati ottenuti dall'emittente in questi anni e con l'identikit dell'ascoltatore medio. Nel terzo, quarto e quinto capitolo ho estesamente descritto l'essenza di Radio24 suddividendola secondo i tre elementi fondamentali nella vita di una radio d'informazione, uno per capitolo: la diretta, la redazione News e la redazione Programmi. A conclusione del quinto capitolo ho anche inserito l'analisi completa di due trasmissioni cardine della programmazione, A Tempo di Sport e Salvadanaio, programmi di punta in due settori chiave del palinsesto di Radio24, l'economia e lo sport.

Mostra/Nascondi contenuto.
7 INTRODUZIONE L’oggetto della tesi, come si evince anche dal titolo, è l’analisi dettagliata dell’informazione radiofonica, in particolare di quelle emittenti che hanno fatto dell’offerta editoriale di genere informativo la loro cifra distintiva: le cosiddette radio d’informazione. Per fare ciò ho deciso di utilizzare come caso di studio Radio24, l’emittente di proprietà del gruppo editoriale “Il Sole24Ore” sorta nell’ottobre 1999. Questa scelta è stata dettata principalmente dalla contemporanea presenza in Radio24 di diversi aspetti organizzativi e di formato completamente originali per il panorama radiofonico nazionale, oltre che dalla possibilità di studiare in maniera approfondita i processi redazionali direttamente dall’interno, quindi non partendo dalla prospettiva spesso fuorviante dell’osservatore esterno bensì sfruttando le possibilità di studio offerte dal punto di vista di chi concretamente fa la radio. L’originalità di Radio24 risiede soprattutto in due elementi: innanzitutto per prima in Italia ha adottato il formato “Talk&News”, che contraddistingue una radio di solo parlato senza alcun tipo di programmazione musicale; inoltre possiede un sistema di organizzazione interna del lavoro completamente incentrato sull’informazione, sistema che produce 36 edizioni quotidiane del giornale radio, rubriche di servizio (borsa, meteo e viabilità) e numerosi programmi di approfondimento o comunque di taglio giornalistico. Grazie ad uno stage di tre mesi svolto presso l’Orecchio Verde – nomignolo affettuoso col quale i dipendenti definiscono Radio24 – in qualità di assistente alla produzione programmi, ho avuto il privilegio di osservare da vicinissimo, o in alcuni casi addirittura partecipare direttamente in prima persona, tutte le routine produttive giornalistiche e le dinamiche professionali. Sono stati oggetto di studio anche i rapporti personali verticali ed orizzontali fra i diversi livelli delle risorse umane della radio, a partire dai vertici dirigenziali rappresentati dal direttore, dal vicedirettore, dalla direttrice dei programmi e dal caporedattore, passando per conduttori, giornalisti e tecnici del suono fino ad arrivare al gradino gerarchico più basso, gli assistenti alla produzione, stagisti e non. Gli obbiettivi che mi sono proposto di raggiungere con questo lavoro riguardavano tre diversi ambiti del giornalismo radiofonico: il primo concernente l’influenza della proprietà sui meccanismi redazionali, cioè dimostrare come l’inserimento di una radio a scopo informativo in un grosso e prestigioso gruppo editoriale, quello del “IlSole24Ore”, ne modifichi parzialmente i metodi di

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Michele Zadra Contatta »

Composta da 250 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1429 click dal 18/01/2006.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.