Skip to content

La riqualificazione dell'offerta turistica pugliese: il modello Salento, un punto di vista mediterraneo applicato al marketing del territorio

Informazioni tesi

  Autore: Antonio Colio
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2004-05
  Università: Università degli Studi di Siena
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia e Commercio
  Relatore: Alberto Mattiacci
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 178

Oggetto della ricerca sono le strategie di marketing mediterraneo e le sue possibili applicazioni nel settore del turismo. Si analizzerà come tali strategie possono contribuire allo sviluppo, non solo economico di un territorio, ma anche alla valorizzazione della fruizione del patrimonio ambientale e sociale. In particolare si tenterà di comprendere le potenzialità della logica mediterranea tentandone l'applicazione al caso Salento. La scelta di questo territorio della Puglia è motivato dal fatto che il livello di sviluppo turistico raggiunto non è ancora tale da non permettere un riorientamento strategico e inoltre le specificità del luogo incoraggiano tale approccio. A corredo dell'analisi svolta verranno presentati due case histories: "La notte della Taranta" e "Il Teatro dei Luoghi" due eventi culturali che rappresentano in modo esemplare l'applicazione di una strategia di marketing che possiamo definire, in accordo con Bernard Cova, di retro-marketing tribale.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 Introduzione «Il turismo sta assumendo un ruolo sempre più importante da un punto di vista economico, sociale ed ambientale. Nell’industria turistica dell’Unione Europea operano più di 2 milioni di imprese, per lo più di piccole e medie dimensioni, e qualcosa come 7.8 milioni di occupati. Essa produce circa il 5% del GDP totale dell’UE. Le previsioni indicano che il turismo in Europa è destinato a crescere (addirittura a raddoppiare nei prossimi 20 anni) e questo a causa di diversi fattori, quali una maggiore disponibilità di tempo libero, un più elevato livello di reddito e ricchezza in generale, e più in generale per effetto della spinta apportata dalla globalizzazione» 1 . A fronte di questi dati, è utile sottolineare che una crescita incontrollata del turismo e del relativo settore, finalizzata prevalentemente ad ottenere benefici di breve periodo, può produrre, e di fatto produce, impatti territoriali negativi, danneggiando le risorse stesse su cui il turismo si basa e prospera. Ecco perché il turismo rappresenta una delle maggiori sfide in tema di sviluppo sostenibile. Nel caso specifico la disillusione che in molti casi si è vissuta nei confronti del cosiddetto turismo di massa, tipicamente omologante, ha spinto molti studiosi ed operatori a proporre ed auspicare forme di “turismo alternativo”, intese genericamente come quelle modalità di fare turismo compatibili con i valori naturali, sociali e culturali dei luoghi, che consentano sia agli ospiti che agli ospitanti di trarre giovamento dall’interazione generata dall’esperienza della visita. Purtroppo come hanno fatto notare Smith e Eadington (1995), finora la reazione al turismo di massa si è distinta più in negativo (critiche sollevate) che in positivo (proposte avanzate). Il concetto di “turismo sostenibile” 2 è tanto importante e complesso, quanto controverso e, per questo dibattuto. Ciò è dovuto alla dimensione multipla è integrata del concetto di sostenibilità come si evince dalla dichiarazione di Rio del 1992 che richiede di coniugare nella sviluppo la dimensione ambientale (uso e rinnovabilità delle risorse), economica (equa distribuzione dei benefici) e sociale (la scala di importanza dei temi da trattare). Le tre dimensioni e i fattori ad esse associate, sono talmente correlate che il trascurarne una produce ricadute negative sulle altre. Questo aspetto è molto evidente nel settore turistico dove è immediata la relazione tra potere attrattivo di una località e complessità sistemica. 1 Margot Wallstrom (Commissario Europeo per l’Ambiente) 2 Dalle considerazioni riportate nelle dichiarazioni di Manila del 1980 è scaturita la seguente definizione di turismo sostenibile: uno sviluppo turistico in una certa località è sostenibile se la domanda espressa da un numero crescente di turisti può essere soddisfatta in maniera tale da poter continuare ad attrarre i flussi turistici nel tempo e da rispettare le esigenze della popolazione locale, salvaguardando la sua natura e la sua cultura.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

autenticità
comunità
il teatro dei luoghi
la notte della taranta
marketing
marketing mediterraneo
puglia
retro-marketing
salento
tribal marketing
turismo

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi