Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il subject matter expert nell' e-learning

Questa tesi si occupa di e-learning, precisamente nella fase di prgettazione di percorsi formativi del ruolo dell'esperto dei contenuti (subject matter expert)
Nella I parte si approfondisce e si sviluppa la definizione della figura dell’esperto dei contenuti. Il Subject Matter Expert si definisce in relazione alle altre figure professionali che si occupano di progettazione didattica. Il focus del lavoro è quindi sull’aspetto relazionale, cercando di individuare ruoli, responsabilità e criticità esistenti. La ricerca si è incentrata quindi sull’individuazione delle skills professionali delle figure coinvolte, per giungere ad una individuazione esatta delle competenze, per poi delineare ruolo e specificità in relazione agli altri attori della progettazione. L’analisi delle varie skills professionali delle figure coinvolte, ha portato all’individuazione delle competenze e favorito il delineare del ruolo e delle specificità in relazione agli altri attori coinvolti nella progettazione.
Nella II parte si propone l’individuazione e l’analisi delle diverse tipologie di SME, che evidenziano come si articoli l’ambito d’azione dell’esperto dei contenuti, mettendo in rilievo sia il background sia le skills; l’analisi delle macrotipologie individuate tiene anche conto delle diverse fasi che si presentano nella relazione progettisti-SME.
Nel definire le tipologie di profilo si è considerato anche l'ambito d'interazione dell'esperto, focalizzandosi sul contesto aziendale e universitario, la Pubblica Amministrazione non è stata inclusa nell’analisi dei casi di studio per mancanza di dati esperenziali diretti.
La III parte espone una serie di linee guida create per il processo d’interfaccia con l’esperto dei contenuti. Sempre nell’intento di indagare l'efficacia e l’efficienza della relazione con il SME nelle fasi di creazione dei contenuti didattici, si individuano tre ambiti di azione: relazionale, contenutistico e tecnologico. Le tre dimensioni d’indagine ottimizzano l’analisi per procedere a fare una bozza di linea guida per interfacciarsi con l'esperto dei contenuti.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 Introduzione Se da una parte l’e-learning ha creato un cambiamento di paradigma nel processo di apprendimento e insegnamento, dall’altra “si può facilmente constatare come la maggior parte delle persone ritenga che l’educazione, al meno quella “vera”, si debba svolgere attraverso un rapporto di compresenza spazio temporale tra l’allievo e l’educatore” 1 . Questo indica che il concetto di formazione in presenza appartiene all’immaginario collettivo, ma è altrettanto vero che l’applicazione della tecnologia ha rivoluzionato 2 l’ambito della formazione, dando inizio ad un percorso che coinvolge nuove procedure, strumenti e strutture. E’ nell’ambito di questo scenario in continua evoluzione che si assiste alla nascita di nuove figure professionali. L’individuazione e l’approfondimento delle modalità d’interazione tra queste figure diventa quindi un elemento chiave per un’efficace progettazione dei percorsi formativi online. Tra i nuovi professionisti emerge, fin dalla fase di progettazione, il Subject Matter Expert (SME), che si occupa di fornire i contenuti per la progettazione del percorso formativo e lavora in stretto contatto con il Content Manager (CM) e l’Instructional Designer (ID). Nell’ambito di questa interazione, spesso il tempo diventa una risorsa critica, specialmente quando il SME non appartiene all’organico. Tale criticità si collega strettamente alle esigenze di qualità del prodotto e alla velocità dei tempi di produzione. E’ quindi fondamentale ottimizzare i rapporti nella fase di progettazione per puntare alla qualità e alla riduzione dei tempi. 1 Calvani, A. Rotta, M. (2000) Fare formazione in internet, Erickson. 2 Concetto di rivoluzione come concepito da Thomas Khun in “La struttura delle rivoluzioni scientifiche” 1978 Einaudi.

Tesi di Master

Autore: Maria De Los Angeles Castro Contatta »

Composta da 46 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 805 click dal 25/01/2006.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.