Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I principi di corporate governance secondo lo Swiss Code of Best Practice

Estratto dall'Intro:

1.1 Obiettivi della memoria

Nel corso degli ultimi anni, in concomitanza col verificarsi di eclatanti scandali societari, la questione della corporate governance ha vieppiù interessato il dibattito scientifico e politico. Quale obiettivo per la presente memoria si è pertanto prescelto l’ottenimento di una maggiore chiarezza in relazione al fenomeno “corporate governance”.
Per comprendere la corporate governance sarà quindi anzitutto necessario descrivere il fenomeno della separazione tra azionisti e management. L’inefficienza gestionale causata dalla delega della conduzione delle attività aziendali dal principal (azionisti) ad un agent (management) è infatti il fenomeno scatenante della discussione sulla corporate governance. Nell’ambito della discussione sulla corporate governance si individueranno quindi le differenti metodologie a disposizione del legislatore, degli azionisti e del mercato atte a ridurre la portata del fenomeno. In una seconda parte si cercherà invece di individuare le caratteristiche della corporate governance nel diritto e nella prassi aziendale in Svizzera.

1.2 Piano della memoria
La memoria si suddivide materialmente in tre parti:
• introduzione alla corporate governance (punti 2-4);
• regolamentazione della corporate governance in Svizzera (punto 5) e
• prassi della corporate governance in Svizzera (punto 6).

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione 1.1 Obiettivi della memoria Nel corso degli ultimi anni, in concomitanza col verificarsi di eclatanti scandali societari, la questione della corporate governance ha vieppiù interessato il dibattito scientifico e politico. Quale obiettivo per la presente memoria si è pertanto prescelto l’ottenimento di una maggiore chiarezza in relazione al fenomeno “corporate governance”. Per comprendere la corporate governance sarà quindi anzitutto necessario descrivere il fenomeno della separazione tra azionisti e management. L’inefficienza gestionale causata dalla delega della conduzione delle attività aziendali dal principal (azionisti) ad un agent (management) è infatti il fenomeno scatenante della discussione sulla corporate governance. Nell’ambito della discussione sulla corporate governance si individueranno quindi le differenti metodologie a disposizione del legislatore, degli azionisti e del mercato atte a ridurre la portata del fenomeno. In una seconda parte si cercherà invece di individuare le caratteristiche della corporate governance nel diritto e nella prassi aziendale in Svizzera. 1.2 Piano della memoria La memoria si suddivide materialmente in tre parti: • introduzione alla corporate governance (punti 2-4); • regolamentazione della corporate governance in Svizzera (punto 5) e • prassi della corporate governance in Svizzera (punto 6). Nel punto 2 la memoria chiarifica anzitutto le differenze intercorrenti tra un approccio del tipo shareholder-value ed uno del tipo stakeholder-value. Questa esposizione si rende necessaria per via del fatto che l’approccio dello shareholder-value è sovente messo in discussione a causa della limitatezza degli interessi presi in considerazione. Questo approccio – che è tipico della teoria finanziaria – prende infatti in considerazione unicamente gli interessi (economici) degli azionisti. Nell’approccio dello stakeholder-value invece, gli interessi di tutti gli altri interlocutori aziendali (impiegati, clienti, comunità, autorità di governo e – in casi specifici – ambiente, terroristi e ricattatori) 2 sono tenuti in considerazione. 2 Cfr. Jensen (2001) 1

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Aron Camponovo Contatta »

Composta da 205 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3789 click dal 23/01/2006.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.