Skip to content

Progettazione dei livelli gestionali di un'architettura per il controllo della strumentazione di bordo di autoveicoli ibridi con l'impego di un microcontrollore

Informazioni tesi

  Autore: Mauro Bellone
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2004-05
  Università: Università degli Studi di Lecce
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria Informatica
  Relatore: Aimè Lay Ekuakille
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 141

In un’epoca di sempre crescente utilizzo energetico, accanto alla continua ricerca di fonti alternative alle fossili, risulta di vitale importanza la necessità di incrementare l’efficienza di ogni macchina prodotta dall’uomo.
Accanto a questo è necessario, altresì, ridurre le emissioni di gas inquinanti particolarmente dannose al pianeta e alla vita stessa. Tale problema è molto sentito nei grandi centri urbani, dove ingorghi e traffico contribuiscono ad innalzare le emissioni nocive.
Da ciò discende lo sviluppo della concezione ibrida di un autoveicolo, macchina ad alto rendimento e minor impatto ambientale, basata sull’utilizzo di energia fossile, e ottimizzata sfruttando le conoscenze elettroniche, in costante crescita negli ultimi tempi.
Queste ultime hanno consentito la progettazione di dispositivi di controllo che ottimizzano il funzionamento di tutti i componenti meccanici. Ciò porta direttamente allo scopo del progetto sviluppato: ottimizzare il funzionamento di una macchina ibrida mediante l’utilizzo di un microcontrollore interfacciato ai dispositivi meccanici, aumentandone di questi il rendimento attraverso lo sviluppo di un buon software di controllo.
Con questo lavoro di tesi si è voluto mettere in risalto come un sistema di controllo elettronico, possa realmente incrementare le prestazioni di una macchina. Dapprima si è studiata l’architettura di un autoveicolo ibrido e le sue componenti, motore a combustione interna e motore elettrico. In seguito si è studiata l’unità di microcontrollo digitale e l’interfacciamento di questa ai dispositivi meccanici.
Il controllore utilizzato per il progetto è un integrato della famiglia Infineon denominato XC167. Esso dispone di una CPU a 16 bit basata sul core C166V2 con 16 Mbytes di RAM in parte integrata sullo stesso, in parte montata sulla scheda di sviluppo Phytec. Inoltre possiede un gran numero di linee di ingresso/uscita per la gestione dei sensori e degli attuatori, dispone di convertitori sia ADC (analogico/digitale) che DAC (digitale/analogico). Contiene unità di temporizzazione e dispositivi di controllo per eventi periferici (PEC, Periferical Event Controlled) al fine di riconoscere interruzioni da periferiche esterne e asservirle.
I risultati ottenuti in questo lavoro di tesi sono importati per lo sviluppo futuro dell’autoveicolo. Le prove sia di acquisizione che di temporizzazione hanno imposto dei vincoli sulla tipologia di sensori da utilizzare e sulla velocità con la quale i dati provenienti da tali sensori devono essere gestiti. Le prove effettuate sull’acquisizione sono servite ad avere una conoscenza di base su come tali valori devono essere letti e compresi dall’unità di controllo.
Concludendo la mia idea di ottimizzazione dei veicoli pone in particolare rilievo l’utilizzo dei microcontrollori e la gestione elettronica dei componenti meccanici. Un circuito è capace di far funzionare una parte meccanica con un’interfaccia uomo-macchina semplificata e più efficiente. Infatti il controllo elettronico potrebbe garantire che il veicolo diventi a prova di errore umano, ciò significa che di fronte ad un errore di guida del conducente il controllore segnala lo sbaglio e lo corregge oppure non esegue il comando.
L’ingegneria dell’automazione, finora sottovalutata, è divenuta un elemento inscindibile nel ambiente progettuale di qualunque dispositivo meccanico. Grazie ai controlli automatici si riesce a ottimizzare il funzionamento di tutte le apparecchiature sia di uso comune come un’automobile, che di processi industriali.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Premessa In un’epoca di sempre crescente utilizzo energetico, accanto alla continua ricerca di fonti alternative alle fossili, risulta di vitale importanza la necessità di incrementare l’efficienza di ogni macchina prodotta dall’uomo. Accanto a questo è necessario, altresì, ridurre le emissioni di gas inquinanti particolarmente dannose al pianeta e alla vita stessa. Tale problema è molto sentito nei grandi centri urbani, dove ingorghi e traffico contribuiscono ad innalzare le emissioni nocive. Da ciò discende lo sviluppo della concezione ibrida di un autoveicolo, macchina ad alto rendimento e ad impatto ambientale ridotto, basata sull’utilizzo di energia fossile, e ottimizzata sfruttando le conoscenze elettroniche, in costante crescita negli ultimi tempi. Queste ultime hanno consentito la progettazione di dispositivi di controllo che ottimizzano il funzionamento di tutti i componenti meccanici. Ciò porta direttamente allo scopo del progetto sviluppato: ottimizzare il funzionamento di una macchina ibrida mediante l’utilizzo di un microcontrollore interfacciato ai dispositivi meccanici, aumentandone di questi il rendimento attraverso lo sviluppo di un buon software di controllo. Sfruttare al meglio le risorse significa costruire macchine sempre più efficienti che consentano di svolgere lo stesso lavoro ad un costo ridotto sia in termini energetici che di usura dei materiali. Come è facile intuire,

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

apparecchi
città
industria
ingegnere
inquinamento
nocivo
respirare
salute
smog
sostanza

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi