Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Gli ordinamenti sportivi nell'ordinamento generale

La tesi affronta il problema dei rapporti tra ordinamento sportivo ed ordinamento generale, con particolare attenzione al contenuto ed al significato dell'autonomia di cui godono gli organismi sportivi ed ai limiti della giurisdizone del giudice statale in materia di sport.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Università di Roma “La Sapienza” Gli ordinamenti sportivi nell’ordinamento generale Tesi di laurea in Istituzioni di Diritto Pubblico Laureando: Guglielmo Calcerano Relatore: Prof. Augusto Cerri Correlatore: Prof. Angelo Antonio Cervati SINOSSI La ricerca si pone l’obiettivo fondamentale di contribuire ad un migliore inquadramento giuridico del fenomeno sportivo nella sua globalità, con particolare riferimento, tuttavia, agli ambiti del diritto amministrativo, civile e costituzionale, e con speciale attenzione ai rapporti tra giurisdizione statale e cosiddetta “giurisdizione sportiva”. La necessità di procedere ad una simile riflessione emerge incontestabilmente nell’attuale momento storico, in cui si assiste al progressivo aumentare d’importanza dello sport nella vita sociale. I vecchi modelli interpretativi della realtà giuridico-sportiva si dimostrano non del tutto soddisfacenti, e ciò si rispecchia nelle difficoltà economiche e gestionali in cui si dibatte l’organizzazione nazionale dello sport, specie in riferimento alle discipline più interessate dal professionismo. L’analisi teorica trova dunque una sua giustificazione ed è strettamente finalizzata alla soluzione di problemi pratici. La critica e l’approfondimento della tradizionale strumentazione giuridica in materia conducono infatti all’individuazione di modelli interpretativi più aderenti alla realtà sociale e più rispondenti alle obiettive esigenze degli stessi organismi sportivi, nonché dei singoli atleti ed appassionati. Da un punto di vista metodologico, la tesi muove da alcune premesse di fondo. Innanzitutto, si assume che la configurazione pluralistico-ordinamentale della realtà giuridica, con le opportune integrazioni, sia tutt’ora in grado di fornire un’adeguata rappresentazione delle interazioni tra sport e diritto. In secondo luogo, si ritiene indispensabile individuare una moderna nozione socio-giuridica di sport, quale necessario punto di riferimento sostanziale di concetti come autonomia sportiva e ordinamento sportivo.

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Guglielmo Calcerano Contatta »

Composta da 284 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1936 click dal 17/02/2006.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.