Skip to content

Storia degli afroamericani - Il Blues di Robert Johnson

Informazioni tesi

  Autore: David Tordi
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2002-03
  Università: Università degli Studi della Tuscia
  Facoltà: Lingue e Letterature Straniere Moderne
  Corso: Lingue e Letterature Straniere
  Relatore: Matteo Sanfilippo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 131

Questa tesi di laurea tratta la storia degli afroamericani in terra statunitense, in chiave musicale, con lo studio linguistico di testi della musica blues di Robert Johnson.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 CAPITOLO I STORIA ED EVOLUZIONE DEI NERI D’AMERICA DALLE ORIGINI AGLI ANNI ’40 Se si vuole risalire alle origini storiche e culturali della musica blues, si deve compiere un lungo percorso a ritroso lungo tutto il periodo che va dai nostri giorni alla colonizzazione europea delle Americhe. A partire dall’inizio del ‘500, stati europei quali Spagna e Portogallo avevano urgente bisogno di manodopera a basso costo nelle proprie colonie e trovarono nel popolo africano un’immensa risorsa. In poco tempo negrieri spagnoli, portoghesi e olandesi si organizzarono e avviarono il trasporto e la vendita di intere popolazioni africane negli ancora vergini territori d’oltreoceano 1. Il quadro coloniale del nuovo continente fu presto chiaro e definito: all’inizio del XVII secolo, uno dopo i primi sbarchi, nel nord iniziavano a impiantarsi francesi e inglesi, mentre il centro – sud era dominato da portoghesi e spagnoli. In questo periodo, contemporaneamente alle lotte contro le tribù indiane per la conquista dei territori del nord, gli inglesi e i francesi avviarono lo stesso genere di traffici dall’Africa. Inizialmente, vennero intraprese solo sporadiche deportazioni, ma nel 1619, dodici anni dopo la fondazione di Jamestown, avvenne la prima (documentata) massiccia importazione di neri in America. Alla fine del XVII secolo, ormai, la tratta dei neri aveva assunto proporzioni massicce: era iniziata la grande migrazione forzata dall’Africa verso l’America 2. Centinaia di migliaia di uomini e donne furono vendute ai bianchi come schiavi e impiegate nelle piantagioni per la raccolta del cotone o nei lavori di manutenzione degli argini del fiume Mississippi 3. Ogni loro forma di pensiero economico e politico fu subito soppressa e ogni aspetto materiale della loro cultura si estinse del tutto. Di africano conservarono soltanto ciò che non era tangibile, in altre parole religioni, magie, arti, danze e musiche 4. Nel 1691 fu sancita la separazione totale fra bianchi e neri e furono promulgate leggi che vietavano severamente matrimoni fra etnie diverse. Tali leggi saranno abrogate solamente nel 1967 5. Fra padrone e schiavo non sussisteva alcun genere di comunicazione. Ciò era dovuto precipuamente alla completa estraneità dell’uomo africano alla lingua, alla cultura e alle usanze occidentali. La forte ostilità nell’apprendere la lingua e la cultura dei coloni europei va attribuita al fatto che gli africani deportati in 1 http://www.the bluehighway.com/ 2 A. Baraka, Il Popolo del Blues – Sociologia degli afroamericani attraverso l’evoluzione del jazz, Milano, Shake Edizioni Underground, Seconda Edizione 1999. 3 G. Vescovo - http://giannivescovo.interfree.it/Storiadelblues.htm 4 A. Baraka , Il Popolo del Blues, cit. 5 A cura di Fabrizio Dadò, Axe Magazine n° 39, 1930 La Tecnica, Roma, Edizioni Palomino, Dicembre 1999.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

afroamericani
blues
linguaggio blues
musica
robert johnson
strumenti blues

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi