Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

AIDS, la storia invisibile. Scienza, governo e industria nell'epidemia del XX secolo

AIDS, La storia invisibile, è un'accurata analisi dell'aspetto storico-scientifico della più grande epidemia del nostro secolo.
La ricerca mette in evidenza le connessioni tra scienza, governi e industrie farmaceutiche troppo spesso celati dall' "autorità" scientifica.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE Questa relazione nasce a seguito di una personale curiosità, sviluppatasi durante il mio percorso universitario, che ha messo in luce gli enormi interessi economici, volutamente tenuti nascosti all’opinione pubblica, che uniscono istituzioni e governo. Mi sono sentito quindi in dovere di denunciare l’evidente connessione tra scienza e Stato, e il conseguente desiderio di omologare la pluralità di pensiero in un unico criterio di conoscenza. Tale criterio sarebbe dunque dettato e implicitamente imposto dalla presunta “autorità scientifica”, esercitata e nello stesso tempo protetta da potenti istituzioni governative. Il rischio che corro nella stesura di questa ricerca, è quello di scivolare in una certa generalità, senza entrare nel merito di ben determinate e tristi realtà. Di qui la mia scelta di analizzare la sfera della salute pubblica, approfondendo il paradigma HIV/AIDS, comunemente accettato per vero. Curiosità e una buona dose di scetticismo mi hanno spinto verso un’accurata ricerca sull’argomento, portandomi ad un punto di consapevolezza a cui non avrei mai potuto immaginare di arrivare. Sono affiorate interpretazioni differenti del fenomeno, accompagnate da una ricca documentazione fornita da illustri premi Nobel e ricercatori. Diversi scienziati, medici, giornalisti, sociologi e politici si sono impegnati in una dura lotta contro l’establishment dell’AIDS, allo scopo di combattere un mostro che ha arricchito alcuni, ucciso molti, condizionato e terrorizzato tutti. Molti di questi ricercatori, dopo aver provato scientificamente la fondatezza dei loro dubbi, hanno subìto sospensioni di speciali finanziamenti, diversi giornalisti hanno visto i loro articoli censurati e prestigiosi medici sono stati accusati delle peggiori nefandezze e sottoposti al linciaggio morale e professionale per aver presentato un’interpretazione che contraddiceva le posizioni ufficiali. Nella società del secondo dopoguerra, sarebbe stata la scienza a determinare l’equilibrio dei poteri e i governi hanno cominciato ad investirci profondamente. La maggior parte dei fondi proviene da istituzioni statali come gli “Istituti nazionali della sanità”, e il relativo ministero. Una caratteristica molto inquietante che emerge chiaramente da questo studio è che le direzioni e gli obiettivi della ricerca scientifica sono diretti più da fattori economici, che da un senso di umanità. Di fondamentale importanza in questa ricerca è analizzare le dinamiche sociali, economiche e politiche del decennio che precede la comparsa del paradigma AIDS.

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Matteo Giorgioni Contatta »

Composta da 212 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5077 click dal 21/09/2007.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.