Skip to content

Costruzione di un vettore per la soppressione del gene ARH responsbile dell'ipercolesterolemia autosomica recessiva (ARH)

Informazioni tesi

  Autore: Malika Brandi
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2003-04
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Farmacia
  Corso: Chimica e Tecnologia Farmaceutiche
  Relatore: Paola Mastroiacovo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 106

Il pSUPER è un nuovo tipo vettore sviluppato nell’ambito della ricerca genetica sui mammiferi. Il nostro lavoro si è incentrato sull’utilizzo di questo vettore nell’ambito di una rara malattia genetica: l’Ipercolesterolemia Autosomica Recessiva (ARH). La scoperta di questa nuova forma di ipercolesterolemia risale ai primi anni ’70 con il lavoro di Khachadurian. Dopo anni di studi è stata individuata nel 2001 la proteina difettosa responsabile di questa patologia chiamata appunto ARH. Si tratta di una proteina del recettore delle LDL. È oggi evidente che ARH riveste un ruolo cruciale nell’internalizzazione e nel catabolismo delle LDL. Inoltre ARH è una proteina ubiquitaria e presente in grande quantità. La presenza di ARH in altre cellule e la sua notevole quantità ha fatto supporre che tale proteina possa svolgere ulteriori ruoli all’interno della cellula che devono essere ancora evidenziati e che saranno oggetto di studi futuri.
L’obbiettivo di questo lavoro era quello di costruire un vettore che permettesse la soppressione dell’espressione del gene ARH in modo da poterne studiare nei dettagli la funzione e quindi poter individuare una possibile terapia.
La strategia del pSUPER è il frutto di un lungo studio sul silenziamento di geni iniziato circa 20 anni fa. Infatti dalla teoria dell’Antisenso che si rivelò poco selettivo e quindi inefficace si è passati al problema della citotossicità dei lunghi dsRNA sintetici fino ad arrivare all’effetto non tossico ma transiente degli Smaller RNA .
Nel 2002 R.Agami ideò un vettore di 3176bp ,il pSUPER, che consentiva uno stabile silenziamento dell’espressione di geni specifici in cellule di mammifero sfruttando la selettività e l’assenza di tossicità dell’RNA Interference.
Il pSUPER è un plasmide di sintesi che sfrutta il promotore della RNApolimerasi III porta la resistenza all’ampicillina e presenta siti multipli per il clonaggio. Tale vettore permette la trascrizione di piccoli RNA di 21-22bp che vengono processati per dare gli isRNA funzionali. I piccoli trascritti sono specifici per l’mRNA del gene che interessa e si appaiano con esso per dare un duplex isRNA/mRNA che viene immediatamente riconosciuto dalla cellula e degradato.
L’inserto specifico per ARH di 64bp è stato disegnato in base al protocollo suggerito dallo stesso Agami. Gli oligo sintetici ,forward e reverse, sono stati quindi sottoposti ad appaiamento per la successiva ligazione nel plasmide. I 3l di pSUPER originali gentilmente offerti dal dott.re Agami sono stati linearizzati utilizzando gli enzimi di restrizione Bgl II e Hind III come suggerito dallo stesso Agami e defosforilato con l’enzima SAP. L’inserto è stato introdotto nel pSUPER non senza difficoltà trattandosi di un inserto piccolo se paragonato alla grandezza del plasmide. Le difficoltà della ligazione ci hanno spinto a scegliere di utilizzare due strategie che prevedevano concentrazioni diverse di inserto rispetto al plasmide. Una delle due strategie ci ha permesso di ottenere 4 colonie positive alla selezione che sono state sottoposte ad analisi dopo miniprep. Il plasmide delle 4 colonie è stato digerito con Hind III e EcoRI in quanto il sito di Bgl II viene perso in seguito alla ligazione dell’inserto. Abbiamo visualizzato in questo modo la banda da 300bp prevista da Agami in caso di successo della ligazione a confronto di quella da 250bp del plasmide vuoto. Abbiamo inoltre effettuato una controprova avviando una digestione con Bgl II che ha confermato l’effettiva assenza di tale sito enzimatico. I 4 pSUPER sono stati amplificati e purificati mediante midiprep per essere utilizzati nella trasfezione in cellule epatiche HepG2.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
5 I INTRODUZIONE 1. Fisiologia del trasporto delle lipoproteine Le lipoproteine sono aggregati lipido-proteici, eterogenei per dimensioni e composizione ma simili per struttura che assicurano un efficace trasporto di lipidi insolubili, quali colesterolo e trigliceridi, nel flusso ematico (fig.1). Le lipoproteine a bassa densità (LDL), rappresentano la quota maggiore delle lipoproteine che trasportano colesterolo nel sangue umano e sono anche la causa di diverse affezioni coronariche. La diminuzione delle LDL nel sangue mediante terapia farmacologica riduce il rischio di infarto e prolunga la vita. Le LDL sono particelle contenenti un nucleo idrofobico costituito da esteri del colesterolo e un rivestimento polare costituito principalmente da fosfolipidi e da una proteina di 513 kD chiamata apolipoproteina B-100 (apoB-100).

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

arh
batteri
cellule
clonaggio
genetica
interference
malattia
plasmide
proteina
psuper
rna
silenziamento

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi