Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La motivazione alla scelta: variabili psicologiche nel processo di orientamento

La tematica affrontata è inerente la motivazione alla scelta attraverso un escursus delle principali variabili psicologiche che concorrono alla stessa e il cui ruolo risulta pregnante in un processo come quello di orientamento.
L'elaborato si articola in due capitoli. Il primo capitolo inerente la parte teorica, affronta la tematica in questione, partendo dal concetto di valutazione come momento di crescita, per giungere al momento in cui, all’interno del processo di orientamento l’individuo deve autovalutarsi per un resoconto personale delle proprie abilità/capacità. Ai fini di ciò è necessario conoscersi ed essere consapevoli del valore che ciascuno da a se stessi, dunque dal costrutto dell’autovalutazione, si passa all’esposizione di due tematiche tra loro correlate, l’autostima e il concetto di se di cui vengono trattate le caratteristiche principali facendo inoltre riferimento ai valori personali che rientrano in tali dimensioni. Seguendo un filo conduttore l’attenzione si sposta su un altro costrutto che operando da input assieme alle altre variabili induce il soggetto che ha fiducia nelle proprie capacità, a conseguire un obiettivo, s’affronta così l’argomento dell’autoefficacia e degli interessi. Infine affrontando il tema della motivazione e della decisione si giunge poi al risultato finale che esita dalla combinazione della variabili affrontate, ovvero la scelta dell’individuo nel processo di orientamento.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 Introduzione La tesi che ho redatto ai fini della laurea di primo livello in Scienze e tecniche psicologiche, trae spunto dalla seconda esperienza di tirocinio da me svolta presso l’Istituto Statale Superiore “Dante Alighieri” liceo- socio- psico- pedagogico di Enna. Nel corso di tale attività in accordo con il tutor del luogo io assieme alla collega Laura Sutera abbiamo formulato un progetto sull’orientamento destinato alle classi quinte del suddetto istituto. L’attuazione del progetto ha previsto la somministrazione di strumenti per l’orientamento, grazie ai quali è stato possibile ricavare dei dati, la cui elaborazione ha permesso la restituzione dei resoconti agli studenti. Di tali dati mi sono avvalsa ai fini dell’elaborazione di una tesi sperimentale. La tematica affrontata è inerente la motivazione alla scelta attraverso un escursus delle principali variabili psicologiche che concorrono alla stessa e il cui ruolo risulta pregnante in un processo come quello di orientamento. Tale elaborato si articola in due capitoli. Il primo capitolo inerente la parte teorica del lavoro da me svolto, affronta la tematica in questione, partendo dal concetto di valutazione come momento di crescita, per giungere al momento in cui, all’interno del processo di orientamento l’individuo deve autovalutarsi per un resoconto personale delle proprie abilità/capacità. Ai fini di ciò è necessario conoscersi ed essere consapevoli del valore che ciascuno da a se stessi, dunque dal costrutto dell’autovalutazione, si passa all’esposizione di due tematiche tra loro correlate, l’autostima e il concetto di se di cui vengono trattate le caratteristiche principali facendo inoltre riferimento ai valori personali che rientrano in tali dimensioni. Seguendo un filo conduttore l’attenzione si sposta su un altro costrutto che operando da input assieme alle

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Anna Maria Li Mandri Contatta »

Composta da 67 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 8010 click dal 23/03/2006.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.