Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'evoluzione del turismo: dal turismo di massa al turismo globale

Questa tesi analizza in chiave sociologica ed economica l'evoluzione del fenomeno turistico dall'esplosione del turismo di massa (anni '20 negli Stati Uniti, secondo dopoguerra nell'Europa Occidentale) al turismo globale dei giorni nostri.
Con un taglio storico e una forte attenzione agli aspetti e alle implicazioni sociali, culturali ed economiche viene analizzata l'evoluzione del turismo e i cambiamenti nelle forme di consumo correlati. Ampia attenzione è posta sul contributo di studiosi del settore.
Il primo capitolo è dedicato all'esplosione del turismo di massa: un turismo che per la prima volta nella storia coinvolge tutti i ceti sociali, per diverse ragioni.
Il secondo capitolo analizza i diversi tipi di turismo, la composizione dell'offerta e il ruolo dello stato e dell'associazionismo nello sviluppo del settore.
Il terzo capitolo è imperniato sulle forme di organizzazione turistica e sull'evoluzione dei tour operator. Un'ampia parte di esso tratta la critica sociologica al turismo di massa e alle sue forme organizzate.
Il quarto capitolo si concentra sugli effetti sul turismo del passaggio dalla società industriale alla società post-industriale.
Il quinto capitolo studia l'impatto socio-culturale del turismo con particolare attenzione ai paesi in via di sviluppo, dove esso ha provocato maggiori conseguenze.
L'ultimo capitolo si incentra sulle tendenze in atto derivanti dal diffuso processo di globalizzazione, che tanto ha rivoluzionato il settore.

Mostra/Nascondi contenuto.
I Introduzione Il turismo può essere definito come il complesso delle manifestazioni e delle organizzazioni relative a viaggi e soggiorni compiuti a scopo ricreativo e di istruzione. Questa affermazione, ponendo l’accento sulla motivazione del piacere, esclude tutte quelle forme di spostamento per ragioni di carattere strumentali (viaggi di lavoro, emigrazione, turismo congressuale), che possono ingannevolmente rientrare sotto la voce di “turismo”. Secondo l’OMT (Organizzazione Mondiale del Turismo), inoltre, si definisce turista il visitatore che trascorre almeno una notte nel luogo visitato ed escursionista il visitatore che non vi trascorre neppure una notte. Essa poi considera migratori tutti gli spostamenti di durata superiore all’anno. Il turismo è un fenomeno sociale piuttosto recente nella storia dell’umanità; seppur ci sono forme di turismo nella storia antica (le vacanze patrizie nell’Antica Roma), nella storia medioevale (i pellegrinaggi) e nella storia moderna (il Grand Tour dei giovani aristocratici) solo con lo sviluppo del turismo di massa, negli anni Venti negli Stati Uniti e nel secondo dopoguerra in Europa, il viaggio diventa un bene di consumo alla portata di

Tesi di Laurea

Facoltà: Sociologia

Autore: Alessio D'aniso Contatta »

Composta da 109 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 78925 click dal 24/03/2006.

 

Consultata integralmente 61 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.