Skip to content

La presenza italiana a Londra: da comunità tradizionale a comunità virtuale

Informazioni tesi

  Autore: Sara De Biase
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2004-05
  Università: Università degli Studi di Udine
  Facoltà: Lingue e Letterature Straniere
  Corso: Relazioni Pubbliche
  Relatore: Mauro Pascolini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 177

Le emergenze della sopraggiunte immigrazione in Italia hanno fatto velocemente deviare l’attenzione dagli Italiani all’estero agli stranieri in Italia. Si tende ormai a pensare all’emigrazione come a un fenomeno del passato, superato dai tempi. Al più oggi si parla di “fuga di cervelli”, identificando un tipo di emigrazioni lontano anni luce non solo da quello dei lustrascarpe e dei mendicanti con le scimmiotte in spalla di inizio ‘900, ma anche da quella che negli anni ’50 e ’60 era diretta verso le industrie tedesche o inglesi, francesi o australiani. Nel tempo le condizioni degli Italiani sono cambiate e così anche le ambizioni dei migranti. Ma le vicende migratorie del passato restano ancora ampiamente visibili nei tanti italiani all’estero, emigrati con la speranza di trovar condizioni migliori rispetto a quelle di partenza.
Sono queste le premesse che mi hanno portata a decidere di effettuare uno studio sulla comunità italiana a Londra.
Questa ricerca si sviluppa in quattro parti.
Nella prima ho cercato di delineare un profilo storico della presenza italiana in Gran Bretagna. La ricerca è stata prettamente bibliografica ed i risultati mostrano una presenza quasi costante, nel corso dei secoli, dei nostri connazionali oltre la Manica.
Ho deciso di dedicare la seconda parte al processo di integrazione europea dal momento che è stato il fenomeno principale degli ultimi tre decenni.
Credo che sia proprio questa finalmente realizzata integrazione a delineare, oggi, i tratti dell’emigrazione europea. Soprattutto se, come in questo caso, si guarda con particolare attenzione ai movimenti dei giovani, non lo si può fare senza tener conto di realtà nuove ed importanti come quelle della cittadinanza europea e della libertà di circolazione. Si potrà così osservare come le politiche comunitarie si pongano su un differente livello rispetto ai nuovi concetti di globalizzazione, la cui componente socio-culturale e migratoria ha dato vita ad un sistema in cui risultano coinvolte tutte le parti del mondo, e di new economy. Tutta l’evoluzione che ha portato alla trasformazione di una Comunità esclusivamente a stampo economico in un’Unione il cui obiettivo è divenuto il realizzarsi di una maggiore armonizzazione anche sul piano socio-politico e soprattutto della sicurezza, come previsto dal Trattato di Maastricht del 7 febbraio 1992, costituisce un ambito dal quale non si può prescindere.
Nella terza parte si arriva al punto centrale di questa tesi: la presenza attuale della nostra comunità a Londra. Verranno indicati, soprattutto, i motivi che, oggi, spingono gli Italiani a trasferirsi nella capitale britannica.
Nel corso delle ricerche che mi hanno portato a conoscere gli Italiani di Londra ho ben presto capito come fosse centrale, nella vita di questa nuova e dinamica comunità, la presenza di Internet. Nel caso specifico le comunità online che proprio agli Italiani a Londra sono dedicate. Ho iniziato a frequentare queste comunità e mi sono trovata al centro di una realtà che non potevo immaginare esistesse girando per le strade di Londra. Gli Italiani a Londra si cercavano e incontravano online e ben presto io stessa sono diventata un membro attivo di ItalianiaLondra.com.
Così è nata la quarta parte di questo lavoro. Dopo una breve descrizione del fenomeno delle virtual community saranno descritte le comunità di www.italianialondra.com e www.italiansoflondon.com con particolare rilievo, per quanto riguarda la prima, alle esperienze e le testimonianze personali che ho potuto raccogliere grazie ai contatti individuati proprio durante la “frequentazione” di italianialondra.com.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
I INTRODUZIONE Le emergenze della sopraggiunte immigrazione in Italia hanno fatto velocemente deviare l’attenzione dagli Italiani all’estero agli stranieri in Italia. Si tende ormai a pensare all’emigrazione come a un fenomeno del passato, superato dai tempi. Al più oggi si parla di “fuga di cervelli”, identificando un tipo di emigrazioni lontano anni luce non solo da quello dei lustrascarpe e dei mendicanti con le scimmiotte in spalla di inizio ‘900, ma anche da quella che negli anni ’50 e ’60 era diretta verso le industrie tedesche o inglesi, francesi o australiani. Nel tempo le condizioni degli Italiani sono cambiate e così anche le ambizioni dei migranti. Ma le vicende migratorie del passato restano ancora ampiamente visibili nei tanti italiani all’estero, emigrati con la speranza di trovar condizioni migliori rispetto a quelle di partenza. Sono queste le premesse che mi hanno portata a decidere di effettuare uno studio sulla comunità italiana a Londra. Questa ricerca si sviluppa in quattro parti. Nella prima ho cercato di delineare un profilo storico della presenza italiana in Gran Bretagna. La ricerca è stata prettamente bibliografica ed i risultati mostrano una presenza quasi costante, nel corso dei secoli, dei nostri connazionali oltre la Manica. Ho deciso di dedicare la seconda parte al processo di integrazione europea dal momento che è stato il fenomeno principale degli ultimi tre decenni. Credo che sia proprio questa finalmente realizzata integrazione a delineare, oggi, i tratti dell’emigrazione europea. Soprattutto se, come in questo caso, si guarda con particolare attenzione ai movimenti dei giovani, non lo si può fare senza tener conto di realtà nuove ed importanti come quelle della cittadinanza europea e della libertà di circolazione. Si potrà così osservare come le politiche comunitarie si pongano su un differente livello rispetto ai nuovi concetti di globalizzazione, la cui componente socio-culturale e migratoria ha dato vita ad un sistema in cui risultano coinvolte tutte le parti del mondo, e di new economy. Tutta l’evoluzione che ha portato alla trasformazione di una Comunità esclusivamente a stampo economico in un’Unione il cui obiettivo è divenuto il realizzarsi di una maggiore

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi