Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Governo, istituzioni ed opinione pubblica. Storia e trasformazioni dell'Italia Repubblicana

Tesi sulla costruzione del consenso, e sui rapporti esistenti, tra il potere politico, i mass media e l'opinione pubblica. Il protagonismo della politica è talmente imponente, che non si può più parlare di libertà di stampa. I giornalisti sono soggiogati al potere politico ed economico, perdendo ogni margine di chiarezza e libertà intellettuale.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE Esistono delle interrelazioni, delle profonde influenze, tra politica, mass media ed opinione pubblica. Tre concetti legati, che si intrecciano l’uno con l’altro. In primo luogo c’è la politica, il potere politico, fatto di uomini ed istituzioni. Da questo gradino partono le parole, i discorsi, la retorica, indirizzati al secondo livello della scala: i mass media. Questi ultimi, influenzati dai primi riportano, creano discorsi e soprattutto incidono sul terzo livello dell’ipotetica scala: l’opinione pubblica. L’opinione pubblica a sua volta è elemento essenziale per la politica e per i mass media. Qui si forma il consenso, qui la partecipazione ai processi politici, qui gli input per l’informazione, per la stampa. Si crea in questo modo una rete di comunicazioni, interrelazioni, tra l’uno e l’altro settore. Spesso però, affinché ci sia trasparenza, eguaglianza e sviluppo, in ogni settore della scala, formata da politica – informazione - opinione pubblica, c’è bisogno di libertà. Sono soprattutto, i mezzi di comunicazione, la stampa, la tv, a rispecchiare l’orientamento della società e soprattutto del sistema politico presente in una determinata nazione. Habermas, ad esempio, vede la democrazia come una forma istituzionalizzata di comunicazione. Ma, la comunicazione è partecipazione. Infatti, uno degli elementi essenziali in una società che vuole forgiarsi dell’epiteto di democrazia, e’ la partecipazione o la cosiddetta democrazia partecipata. Solo così può svilupparsi una democrazia piena

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Cristina Liguori Contatta »

Composta da 190 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1513 click dal 20/04/2006.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.