Skip to content

Le politiche della UE nella lotta al terrorismo internazionale: esperienza storica e prospettive dopo l'11 settembre 2001

Informazioni tesi

  Autore: Katia Di Paolo
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2003-04
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze Internazionali e Diplomatiche
  Relatore: Carlo Galli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 155

La finalità del lavoro di tesi è stata la comprensione storico-politica dell’odierno terrorismo internazionale nella sua manifestazione globale e la reazione europea al fenomeno.
Il primo capitolo é stato concepito con la finalità di delineare un quadro concettuale della situazione internazionale emersa con gli attentati dell'11 settembre 2001. Da un lato si sono analizzate le trasformazioni che la nostra società ha conosciuto a partire dalla fine della Guerra Fredda in seguito alla scoppio di una nuova conflittualità “calda” e violenta, e dall’altro lato si sono descritte le concrete manifestazioni del terrorismo nel XX secolo, quale fenomeno proteiforme che conserva come essenza immodificabile nel tempo il riferimento alla violenza. La necessità di definire il terrorismo è stata considerata di centrale importanza ed a tale scopo si è ritenuto essenziale il riferimento alla globalizzazione, al suo nesso con la conflittualità odierna, con le diverse tipologie di guerre della nostra epoca, e infine sulla interrelazione che potrebbe esistere tra democrazia, terrorismo e relazioni internazionali.
Il secondo capitolo è stato dedicato alle azioni messe in atto per reprimere il terrorismo nelle tre decadi che hanno preceduto l’11/09/2001. Dall’istituzione del Consiglio europeo, organo di cooperazione intergovernativa che ha avuto un ruolo fondamentale nella costruzione comunitaria, ma anche, nella promozione della collaborazione in materia di lotta al terrorismo, vengono analizzati tutti gruppi informali di concertazione presenti sulla scena internazionale, ed in particolare sul territorio europeo, negli anni ’70 e ’80 (es: la Conferenza TREVI) Al crescere della volontà politica europea, dalla mera concertazione si è gradualmente passati alla cooperazione (incontri dei ministri degli Esteri e l’operato della CPE). A partire dal trattato di Maastricht vengono analizzate le azioni finalizzate alla repressione del terrorismo che l’Unione Europea ha posto in essere nell’ambito del Pilastro della GAI (Comitato K4; cooperazione di polizia Eurogol; cooperazione giuridica attraverso le Convenzioni in materia di estradizione ed Eurojust; creazione di uno spazio di libertà, sicurezza e giustizia deciso ad Amsterdam nel 1997; Consiglio europeo di Tampere del 1999; ecc).
Il terzo capitolo è stato dedicato ad una dettagliata analisi della reazione europea all’11/09/2001, analizzando tutti i settori che sono stati mobilitati direttamente o che semplicemente ne hanno subito gli effetti. La lotta al terrorismo è stata inserita sin da subito e per lungo tempo tra le priorità dell’ordine del giorno, conoscendo una lieve inflessione solo con la guerra preventiva in Iraq (Consiglio europeo straordinario di Bruxelles; Piano d'Azione; Decisioni Quadro sul mandato d'arresto europeo e sulla definizione di reato terroristico;
il contributo della PESC e della PESD alla lotta al terrorismo).
Nelle conclusioni vengono evidenziate i progressi apportati dall’UE nella lotta al terrorismo internazionale (es: la definizione di reato terroristico), le criticità e le difficoltà riscontrate (es: in ambito GAI l’uso del metodo intergovernativo; ambito PESC/PESD le remore nazionalistiche e l’assenza di volontà politica).

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
IV Introduzione L'immagine apocalittica delle Twin Towers che si piegano su sé stesse molto difficilmente potrà scomparire dalla memoria dell'umanità: tanti tragici eventi che hanno segnato la storia sono stati offuscati da tragedie successive e a volte, purtroppo, anche peggiori. Ci auguriamo che ciò non accada più negli anni a venire e che l'11 settembre possa essere considerata l'ultima apocalisse che, più che aprire il nuovo millennio, sia invece la conclusione del suo predecessore, in ritardo di un anno rispetto al calendario occidentale. La psicosi dell'11 settembre legittima e giustificata dalle grandi potenzialità distruttive detenute dall'umanità, o forse solo dalle grandi potenze e da poche ma molto pericolose organizzazioni terroristiche e criminali, non può e non deve regnare sull'umana esistenza, anche se l'insicurezza, purtroppo, sta divenendo una certezza della quotidianità e delle relazioni internazionali. Ma, così come si deve riconoscere che lo Stato singolo oggi sia sempre meno adeguato e capace nella repressione del terrorismo, e in generale nella gestione delle situazioni di crisi tanto al suo interno quanto all'esterno dei suoi confini territoriali, allo stesso modo non si può non riconoscere la necessità che il sistema internazionale post- bipolare richieda uno sforzo cooperativo per realizzare uno spazio di sicurezza comune. Anche la sicurezza oggi ha una dimensione globale poiché non riguarda più solo la sfera militare ma determina

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi