Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La responsabilita penale del datore di lavoro

La responsabilita del datore di lavoro può essere esclusa in caso di delega solo a determinate condizioni e ferma restando la sua totale responsabilita in ordine ad alcuni importanti e indelegabili compiti attribuitigli dalla legge....

Mostra/Nascondi contenuto.
LA RESPONSABILITA’ PENALE DEL DATORE DI LAVORO INTRODUZIONE Momenti particolarmente significativi in Italia dell’impegno contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali e in cui più alta è stata l’attenzione della società e dello Stato su questa materia sono stati: 1. il tragico incidente sul lavoro a Ravenna nel 1987, dove morirono 13 persone, e il conseguente avvio della commissione d’inchiesta presieduta da Lama, che mise in luce le carenze del sistema preventivo in Italia; 2. l’emanazione ne 1994 del decreto legislativo 626 di recepimento della direttiva comunitaria 391/89, cosiddetta direttiva quadro sulla salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. Il decreto legislativo è entrato in vigore il 1° gennaio 1997 con le modifiche contenute nel decreto legislativo 242/96. Ogni anno mediamente il 6% dei lavoratori italiani subisce un incidente sul lavoro; si tratta di quasi un milione di eventi di diversa natura e gravità, dei quali circa 600 mila con esiti di inabilità superiore a tre giorni, oltre 27 mila determinano un’invalidità permanente nella vittima, e piu di mille ne causano la morte. Le attività lavorative presentano evidentemente differenti potenziali di rischio infortunistico, dipendenti dalla peculiarità delle attività svolte e dalla tipologia dei macchinari utilizzati. 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Medicina e Chirurgia

Autore: Valentina Iozzo Contatta »

Composta da 86 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 10140 click dal 07/04/2006.

 

Consultata integralmente 13 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.