Skip to content

L'autotraduzione d'autore del "Ferdydurke" di Witold Gombrowicz in lingua spagnola

Informazioni tesi

  Autore: Andrea Rychlicki
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2004-05
  Università: Università degli Studi di Udine
  Facoltà: Lingue e Letterature Straniere
  Corso: Lingue e Letterature Straniere
  Relatore: Andrzej Litwornia
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 215

Questa tesi descrive, dal punto di vista contestuale prima, da quello propriamente linguistico poi, la traduzione del Ferdydurke, l'opera più famosa di Witold Gombrowicz.
Nel 2004 si è celebrato il centenario della nascita di Witold Gombrowicz, uno dei più importanti scrittori polacchi del XX secolo, la cui fama è stata limitata per molto tempo, durante la vita, a causa delle circostanze storiche, che lo portarono a vivere lontano dalla Polonia fin dal 1939, e del suo forte individualismo. In Polonia i suoi libri, messi a più riprese all’indice dalla censura, hanno continuato a circolare più o meno clandestinamente durante i decenni del regime comunista. Solo a partire dagli anni ’60 Gombrowicz è stato riconosciuto come uno dei più grandi scrittori del XX secolo; l’autore poté godere solo in parte di questi riconoscimenti, arrivati fino alla candidatura per il Nobel nel 1969, essendo scomparso proprio in tale anno.
Questo scrittore, al contrario di molti suoi connazionali, non scelse come meta del suo “esilio” Parigi o Londra, a quei tempi capitali della letteratura mondiale, bensì il Sud-America, terra “esotica”, lontana - in ogni senso - da quegli importanti centri culturali. Poco prima dell’inizio della seconda guerra mondiale, presagendo gli ormai imminenti catastrofici eventi che avrebbero sconvolto l’Europa, si imbarcò alla volta dell’Argentina, dove sarebbe rimasto per 24 anni.
E’ questo il periodo centrale della vita di Gombrowicz. In Argentina egli “rinascerà”, ripartirà da zero, vivrà in povertà e si vedrà costretto a compromessi, a scelte in contrasto con la sua concezione di se stesso, ma scoprirà anche dimensioni prima non vissute e fortemente desiderate. Rinascerà anche come scrittore, ritrovando la forza di scrivere e spendendo tutto se stesso nell’auto-propaganda, senza venir meno, però, alla sua forte individualità e alla sua coerenza e senza scendere a patti con i tristi puristi europeizzanti.
Il Ferdydurke, il suo romanzo più conosciuto in Europa, è la sintesi di questo suo spirito: Gombrowicz - è stato detto - è l’incarnazione del Ferdydurke 2. E’ un libro che ha anticipato temi tuttora attuali, come il dominio della forma nella vita individuale e sociale, la falsità di queste forme, l’incapacità dell’uomo di sottrarsi ad esse e la necessità di essere coscienti di questo dominio.
La “battaglia del Ferdydurke”, che aveva già trovato appassionati sostenitori in Polonia, continua in Argentina con l’auto-traduzione d’autore del romanzo, un’impresa del tutto particolare che Gombrowicz porta a termine, a seguito di avventurose e travagliate vicende, nel 1947.
Questo lavoro di auto-traduzione d’autore è di particolare interesse perché si tratta di un’esperienza del tutto anomala ed inusuale. Il Ferdydurke argentino non può considerarsi una semplice versione spagnola dell’originale polacco: è un libro nuovo, scritto sulla base del testo del 1938, ma rielaborato per adattarlo ai nuovi destinatari, i lettori argentini. Il risultato è stato talmente efficace che, nonostante le critiche mosse alla correttezza di questa versione, il nuovo Ferdydurke argentino è diventato la base per la seconda edizione polacca del 1957 e per le successive traduzioni nelle altre lingue.
Per questo lavoro Gombrowicz si avvalse dell’aiuto di un gruppo di giovani artisti semi-sconosciuti, alcuni dei quali sarebbero diventati esponenti rinomati della letteratura sud-americana del XX secolo ed anche di occasionali collaboratori anonimi. E’ evidente l’interesse per un’ impresa di questo genere, svoltasi in circostanze così scomode, ad opera di un autore che non conosceva abbastanza lo spagnolo, senza nemmeno l’aiuto di un dizionario polacco–spagnolo - non esisteva ancora -, per lo più in un ambiente anomalo come la sala scacchistica di un caffè nel centro di Buenos Aires.
Le scelte stilistiche e linguistiche che scaturirono da questa particolare collaborazione meritano una analisi approfondita perché il Ferdydurke che era apparso a Varsavia nel 1938 non era un’opera facile da trasporre: già allora la lingua di Gombrowicz aveva sorpreso l’ambiente letterario polacco per la sua originalità, che stravolgeva lessico e norme grammaticali. Pertanto la trasposizione per i lettori argentini fu in realtà l’invenzione di un nuovo “ferdydurkismo” spagnolo, in virtù della quale si può affermare che con essa Gombrowicz divenne a tutti gli effetti uno scrittore argentino. Le parole di Ricardo Piglia non appaiono dunque fuori luogo quando egli definisce Witold Gombrowicz uno dei più importanti scrittori argentini del XX secolo.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE Nel 2004 si è celebrato il centenario della nascita di Witold Gombrowicz, uno dei più importanti scrittori polacchi del XX secolo, la cui fama è stata limitata per molto tempo, durante la vita, a causa delle circostanze storiche, che lo portarono a vivere lontano dalla Polonia fin dal 1939, e del suo forte individualismo. In Polonia i suoi libri, messi a più riprese all’indice dalla censura, hanno continuato a circolare più o meno clandestinamente durante i decenni del regime comunista. Solo a partire dagli anni ’60 Gombrowicz è stato riconosciuto come uno dei più grandi scrittori del XX secolo; l’autore poté godere solo in parte di questi riconoscimenti, arrivati fino alla candidatura per il Nobel nel 1969, essendo scomparso proprio in tale anno. Questo scrittore, al contrario di molti suoi connazionali, non scelse come meta del suo “esilio” Parigi o Londra, a quei tempi capitali della letteratura mondiale, bensì il Sud-America, terra “esotica”, lontana - in ogni senso - da quegli importanti centri culturali. Poco prima dell’inizio della seconda guerra mondiale, presagendo gli ormai imminenti catastrofici eventi che avrebbero sconvolto l’Europa, si imbarcò alla volta dell’Argentina, dove sarebbe rimasto per 24 anni. E’ questo il periodo centrale della vita di Gombrowicz. In Argentina egli “rinascerà”, ripartirà da zero, vivrà in povertà e si vedrà costretto a compromessi, a scelte in contrasto con la sua concezione di se stesso, ma scoprirà anche dimensioni prima non vissute e fortemente desiderate. Rinascerà anche come scrittore, ritrovando la forza di scrivere e spendendo tutto se stesso nell’auto-propaganda, senza venir meno, però, alla sua forte individualità e alla sua coerenza e senza scendere a patti con i tristi puristi 1 europeizzanti. Due anni fa ho iniziato a leggere Gombrowicz prendendo in mano il romanzo Trans–Atlantyk in preparazione ad un esame universitario; come molte altre persone prima di me, rimasi colpito dalla sua originalità e dalla freschezza della lingua. Pertanto passai alla lettura del suo romanzo più famoso, il Ferdydurke, scritto quando ancora egli viveva in Polonia, comprendendo meglio le caratteristiche di questo autore ed appassionandomi ulteriormente alla sua opera.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

argentina
autotraduzione
ferdydurke
gombrowicz
polacco
rinascita
riscrittura
spagnolo

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi