Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L’innovazione dei Sistemi Informativi Aziendali mediante SAP: il progetto Extraction Trasformation and Loading di Toscana Gas

La tesi in esame ha avuto per oggetto la migrazione dati dai sistemi legacy di Toscana Gas S.p.A. ai nuovi sistemi informativi, quali: SAP (per gestire gli aspetti tecnici della rete), Agenda (per schedulare gli appuntamenti), Lodestar (per fare fatturazione alle Compagnie di Vendita). Coerentemente con il lavoro svolto in primis ho illustrato la storia di Toscana Gas S.p.A. (azienda risultato della fusione fra Publienergia e Ages). Di seguito ho introdotto le linee guida del progetto, che è strutturato in tre fasi: mapping di dettaglio (in questa fase si cercano i dati disponibili sui sistemi legacy Toscana Gas e la forma che questi dovranno avere sui sistemi –ASI– Attuazione Sistemi Informativi); logiche di conversione (come si passa dal vecchio dato al nuovo dato); realizzazione e test (caricamento del Data Base Transitorio e verifica della sua bontà mediante query di verifica). La mia figura in azienda è stata di supporto al coordinamento organizzativo del progetto, congiuntamente alle risorse della funzione Organizzazione del Personale, con l’obiettivo di rilevare problemi, criticità, rischi, punti di attenzione: inefficienze che avrebbero portato a un dispendio di risorse e quindi a un peggioramento delle prestazioni aziendali.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 Introduzione Il seguente lavoro si articolerà in più fasi: ¾ La prima fornisce informazioni di contorno sulla struttura e la storia delle società per azioni Toscana Gas. ¾ La seconda è centrata sulla fase preparatoria all’attività progettuale, intesa come: fasi, attori coinvolti, attività. Questa seconda parte ha come scopo quello di definire il contesto applicativo (le attività operative del progetto), ma l’ambito dello stage sarà di coordinamento all’attività progettuale senza mai entrare troppo in merito agli aspetti tecnici-realizzativi. Io come stagista sono inserito nella sottofunzione Organizzazione all’interno della funzione PERORG –Organizzazione del Personale–. A livello logico il mio compito è quello di fare da supporto organizzativo al coordinamento operativo di progetto ovvero aiutare nella rilevazione di rischi, criticità, punti di attenzione, problemi, scadenze, attività future. ¾ La terza fase progettuale consiste nella definizione delle logiche di conversione propedeutiche alla stesura delle specifiche tecniche di: estrazione: prelevare i dati dai sistemi sorgente nella loro forma originale, censimento: fare controlli a campione su campo al fine di rilevare le caratteristiche di taluni oggetti tecnici in campo, bonifica: ripulire il dato di modo da portarlo in una forma congruente a quella del dato di destinazione. ¾ La quarta fase prevede la realizzazione degli estrattori al fine di caricare il Data Base Transitorio (banca dati di passaggio fra i sistemi legacy e SAP) e i vari test al fine di verificare il corretto funzionamento del sistema implementato.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Ingegneria

Autore: Daniele Romeo Contatta »

Composta da 93 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1813 click dal 07/04/2006.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.