Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le potenzialità del fotovoltaico come risorsa rinnovabile: un'analisi di profittabilità

Nel corso degli ultimi anni, l’uso sempre più massiccio delle fonti fossili che ha reso particolarmente critica la situazione ambientale, sia dal punto di vista delle emissioni inquinanti, sia riguardo i cambiamenti climatici globali; la crescita dell’economia mondiale, dovuta in particolar modo ai paesi orientali, hanno alimentato un forte desiderio di avviare una transizione, o addirittura una rivoluzione energetica che si inserisca gradualmente nelle problematiche attinenti allo sviluppo sostenibile.L’entrata in vigore del protocollo di Kyoto, in cui i paesi che l’hanno sottoscritto hanno attribuito allo sviluppo delle fonti rinnovabili un ruolo di rilievo per il raggiungimento dell’obiettivo della riduzione delle emissioni, ed il continuo rincaro delle fonti di energia tradizionale rappresentano i due pilastri di questa evoluzione che alimenta sempre di più la speranza di vedere questo mercato futuro aprirsi ampiamente alle fonti di energia rinnovabili, ed in particolar modo alla tecnologie solari, che rappresentano una fonte di energia inesauribile.
Nel primo capitolo viene illustrata in primo luogo, l’importanza del mercato petrolifero internazionale, poiché quanto avviene in tale mercato ha conseguenze rilevantissime per l’andamento dell’economia mondiale, estremamente differenziate da paese a paese.
Nel secondo capitolo viene dapprima analizzato l’attuale panorama energetico mondiale, in particolar modo lo stato attuale della domanda e dell’offerta di energia, evidenziando come il petrolio sia responsabile da solo di quasi la metà della fornitura energetica totale, e di come l’utilizzo principale avvenga nel settore dei trasporti. Successivamente verranno espresse alcune considerazioni sul probabile scenario da qui al 2025, secondo le indicazione dell’International Energy Agency.Nel terzo capitolo è stato analizzato il ruolo delle energie rinnovabili, sempre più rilevanti per i governi dei paesi dell’OCSE, sia per evidenti motivi ambientali che per ridurre la dipendenza dai combustibili fossili, consentendo così una maggiore diversificazione del mix delle fonti di energia ed una maggiore sicurezza degli approvvigionamenti di energia primaria, un tema molto caldo per i riflessi geopolitici dovuti alla provenienza concentrata delle fonti fossili.
In particolare, per ogni tipologia di fonte rinnovabile, quale l’eolico, il solare, l’idroelettrico, la biomassa e la geotermia, viene in primo luogo illustrata la caratterizzazione della fonte, ossia in che modo sia possibile produrre energia elettrica dalla fonte rinnovabile; in seguito verrà descritto l’attuale tasso di sviluppo e le potenzialità totali tecnicamente sfruttabili per ciascuna fonte; successivamente verranno analizzati gli aspetti economici ed ambientali, ossia quali siano le voci di costo di cui tener conto nell’analizzare la redditività e quale siano i loro benefici in termini ambientali, come minore impatto e minore emissione di sostanze inquinanti.
Nel quarto capitolo, dapprima verranno indicati i punti salienti del meccanismo di incentivazione specifica per il fotovoltaico, introdotto dal Decreto Ministeriale del 28 luglio 2005, che definisce i criteri per l’incentivazione della produzione di energia elettrica da impianti solari fotovoltaici in attuazione del DLgs 387/2003. Successivamente, verrà condotta un analisi di profittabilità del fotovoltaico, e in particolar modo una valutazione economica & finanziaria di un investimento nel fotovoltaico in Italia, in applicazione del meccanismo di “conto energia”, sulla base di tre possibili scenari.
L’obiettivo è stato quello di dimostrare, economicamente e finanziariamente, come la tipologia di incentivo nel fotovoltaico attualmente in uso nel nostro Paese possa essere integrato da un ulteriore forma di incentivo (premio di cubatura) dando origine a risultati decisamente più profittevoli e redditizi (passaggio dallo scenario I allo scenario III).
Infine dai dati dedotti dallo studio condotto precedentemente, verrà realizzata una stima per analizzare quali potrebbero essere i suoi riflessi a livello nazionale, e soprattutto nel contesto internazionale attraverso la possibilità di rientrare in uno dei meccanismi previsti dal protocollo di Kyoto (emission trading).

Mostra/Nascondi contenuto.
4 CAPITOLO 1 Storia del petrolio 1.1 Importanza della questione petrolifera Diverse sono le ragioni che hanno reso evidente a tutti l’importanza del mercato petrolifero internazionale; quanto avviene in tale mercato ha conseguenze rilevantissime per l’andamento dell’economia mondiale, estremamente differenziate da paese a paese. In particolare: - il petrolio resta la fonte energetica più consumata al mondo, con circa il 40% del totale, e quindi un fattore produttivo essenziale allo sviluppo delle economie; - interi settori produttivi, come la chimica, ed una larga parte dei trasporti dipendono da questa risorsa in modo determinante, e allo stato delle tecnologie in modo obbligato. Per tale aspetto l’importanza assunta dal petrolio dipende almeno in parte dal fatto che per un lungo periodo di tempo il suo prezzo è stato basso rispetto alle alternative disponibili. Tuttavia, poiché un mutamento degli indirizzi di ricerca tecnologica e il successivo adeguamento alle attrezzature produttive richiedono vari anni, è facile prevedere che, nonostante i fortissimi aumenti di prezzo, il petrolio continuerà a soddisfare una quota rilevante, anche se decrescente, del fabbisogno energetico in tutti i paesi del mondo; - le economie di molti paesi, fortemente eccedentari (vedi Arabia Saudita) o fortemente deficitarii di petrolio (vedi Italia), sono condizionate in larga

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Giuseppe La Gamba Contatta »

Composta da 211 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 12950 click dal 19/04/2006.

 

Consultata integralmente 34 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.