Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Senso comune e pregiudizio: il ruolo di due potenti antidoti contro la complessità quotidiana nella società post-moderna.

Questo lavoro di tesi in Sociologia generale cerca di illustrare e approfondire una relazione tra l'attuale sistema sociale ritenuto complesso e i comportamenti degli individui esplicitati in maniera tacita e condivisa durante la vita quotidiana. Senso comune, etichette, pregiudizi e ambivalenti interazioni sociali rappresenterebbero così uno scudo e una difesa da parte dell'uomo allo scopo di sopravvivere in un attuale scenario così intricato e caratterizzato dai risvolti e dalle produzioni della scienza e della tecnica. Lo stesso paradigma sociale post-moderno è in grado di influenzare, a sua volta, le risposte sociali dell'individuo nella realtà comunicativa di tutti i giorni. Ulteriori risposte potrebbero essere reperite in un contesto diverso come quello della formazione professionale, a patto che sia in continuo aggiornamento con i tempi e le tematiche sociali.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 Il paradigma della complessità come chiave di lettura del sistema post- moderno La società attuale in cui viviamo, incastrata nel periodo definito post- moderno, è certamente segnata da alcuni caratteri precisi e definibili. Due di essi sono la complessità e l'incertezza generale che ne deriva; al tempo stesso possono essere interpretati come effetti e cause della realtà particolare e del tutto unica nel corso della storia umana che gli esseri umani stanno costruendo. La complessità è considerata il tassello principale o la chiave di un paradigma teorico che si fonda sul concetto di realtà organizzata e costituita come un ampio e vivibile sistema in equilibrio. La stessa complessità diventa una questione presente a più livelli di comprensione della società contemporanea, soprattutto occidentale: dai contesti organizzativi ai rapporti sociali, dalle questioni legate all'interpretazione dei fenomeni alla formazione di idee, opinioni e atteggiamenti negli individui, fino a giungere a svariati temi del sapere in generale. La complessità circonda in ogni luogo fisico e mentale l'essere umano, che è chiamato a rispondere per poter sopravvivere ad essa; la stessa complessità influenza le relazioni interpersonali e le comunicazioni mediatiche, l'arte e la cultura, le credenze religiose e l'economia, la politica e l'amministrazione dei servizi. Semplicemente è divenuta un tratto caratteristico, ma inevitabile, della visione mondiale e globalizzata agli inizi del terzo millennio. La complessità è essenzialmente incarnata nella quotidianità e quindi "visibile" da un punto di vista micro-sociologico.

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Roberto Gattinoni Contatta »

Composta da 196 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4732 click dal 12/04/2006.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.