Skip to content

Benchmarking e ABM quali strumenti del controllo di gestione : il caso di un'azienda tessile

Informazioni tesi

  Autore: Giuseppina D'anna
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2004-05
  Università: Università degli Studi di Napoli - Federico II
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia Aziendale
  Relatore: Roberto Maglio
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 180

La crescente globalizzazione dell’economia e il repentino sviluppo tecnologico ed informatico hanno determinato profondi cambiamenti del sistema strategico dell’organizzazione aziendale.
La mondializzazione dell’economia ha avuto riflessi determinanti anche sulla concorrenza che diventa “globale”. Ogni competitore è obbligato a guardare, contemporaneamente, lontano per estendere il suo raggio d’azione, e vicino per arricchire il rapporto con i singoli clienti; deve confrontarsi con i migliori, chi non sa fornire prestazioni superiori rispetto ai concorrenti, formulando strategie originali è destinato ad essere estromesso dal gioco competitivo.
Per questo le aziende sono obbligate a rivedere sistematicamente il loro modo di pensare ed operare. In questo scenario il benchmarking, ovvero il processo continuo e sistematico di misurazione di prodotti, servizi e processi mediante il confronto con i concorrenti più forti o con le imprese riconosciute leader di un settore”, ricerca la fonte del vantaggio competitivo nei processi gestionali e operativi che conducono al miglioramento del prodotto, delle prestazioni o di entrambi.
Altra conseguenza di questo scenario è stato il declino dei tradizionali sistemi di contabilità direzionale, e la necessità per le imprese di rivedere l’utilizzo di tali sistemi.
La riduzione del contenuto di manodopera diretta dei prodotti, l’accresciuta intensità di capitale dei processi produttivi e il crescente ruolo svolto dalle conoscenze e dalle altre risorse immateriali, sono tutti fattori che hanno profondamente modificato la struttura dei costi delle imprese.
L’obiettivo della tesi è stato quello di verificare l’esistenza di interrelazioni tra le esigenze di misurazione del benchmarking e l’ABM ovvero l’approccio manageriale, nato grazie al diffondersi della teoria del valore di Porter e conseguenza diretta della tecnica ABC, che si occupa della gestione delle attività per incrementarne il valore percepito dai clienti e i profitti realizzati in virtù del maggiore valore creato.
Il modello bidimensionale ABC/ABM è quello che ha mostrato le maggiori affinità con il benchmarking. Tale modello non si limita ad osservare le performance delle singole attività, ma le rielabora gestendo il rapporto cliente-fornitore esistente tra le attività che compongono il processo. E’ dalle informazioni derivanti da queste logiche che il benchmarking trova la giusta dimensione informativa sulla quale effettuare il confronto, ed è su questa logica che si fondono i principi contabili dell’ABM. È possibile dunque che questo sistema di contabilità direzionale integrata (in grado di rilevare valori monetari e fisico-tecnici) sia in grado di fornire al management l’effettivo livello di misurazione richiesto perché un’iniziativa di benchmarking possa risultare efficace.
Per avvalorare queste premesse teoriche si è proceduto con l’applicazione del processo di benchmarking e del modello ABC/ABM ad una piccola realtà aziendale, la TRE G Group s.r.l nata con lo scopo di offrire al mercato prodotti di elevatissima qualità, realizzati con le più moderne tecnologie produttive, con la certezza di soddisfare in pieno le più esigenti richieste di mercato, verificando se l’ABM permette di individuare le cause dei gap di prestazione messi in evidenza da uno studio di benchmarking e i possibili interventi di miglioramento attraverso l’analisi delle attività a valore aggiunto (V.A.), e di quelle non a valore aggiunto (NVA).
Per realizzare lo studio di benchmarking è stata adottata una metodologia creata dall’Associazione Benchmarking for success che da oltre 10 anni opera nel trasferimento del benchmarking alle PMI. L’associazione ha messo a punto un insieme di tool utili a soddisfare le diverse esigenze delle aziende. La metodologia utilizzata è denominata FRAME.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
viii INTRODUZIONE La crescente globalizzazione dell’economia e il repentino sviluppo tecnologico ed informatico hanno determinato profondi cambiamenti del sistema strategico dell’organizzazione aziendale, e così, fra l’altro, l’introduzione di tecniche gestionali orientate alla qualità totale ed ai processi, il ricorso all’outsourcing, cioè alla esternalizzazione di attività strategicamente non rilevanti, una politica di marketing client oriented, una sempre più marcata differenziazione dell’offerta. L’esigenza di adattare alle nuove condizioni ambientali i modelli di direzione e di gestione dell’azienda, in virtù del nuovo sistema di interazione fra impresa ed ambiente, ha indotto, una rivisitazione dei tradizionali strumenti del controllo direzionale. Le imprese oggi si trovano ad operare in ambienti competitivi caratterizzati da maggiori rischi e incertezze, la parola chiave è “ cambiamento”. La mondializzazione dell’economia ha avuto riflessi determinanti anche sulla concorrenza che diventa “globale”. Ogni competitore è obbligato a guardare, contemporaneamente, lontano per estendere il suo raggio d’azione, e vicino per arricchire il rapporto con i singoli clienti; deve confrontarsi con i migliori, chi non sa fornire prestazioni superiori rispetto ai concorrenti, formulando strategie originali è destinato ad essere estromesso dal gioco competitivo. La crescente diffusione dell’ICT consente ai consumatori di conoscere, confrontare ed

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi