Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

The Simulation Approach for the Study of Electoral Systems

I sistemi elettorali costituiscono un momento cruciale del funzionamento di qualunque democrazia contemporanea. Ciò nonostante, essi non sono quasi mai frutto di un processo di costruzione e scelta consapevole, bensì assai spesso sono la risultante di una serie di circostanze o il portato di tendenze storiche più o meno politicamente rilevanti.
La mia intenzione non era dunque solo quella di studiare a fondo tutti i meccanismi di scelta elettorale, ma soprattutto di tentare di scoprire e successivamente analizzare il ruolo dei sistemi elettorali all’interno dell’assetto politico di una Democrazia.
Per questo motivo ho deciso di seguire un approccio non molto utilizzato: quello simulativo; mi sono impegnata cioè a produrre e commentare alcune simulazioni circa i sistemi elettorali.
Così facendo, il mio primo scopo era quello di rilevare come la situazione politica di un certo Stato potrebbe (teoricamente) cambiare solo ed esclusivamente grazie all’impiego di un sistema elettorale differente da quello previsto per legge.
Il mio secondo scopo era, in un certo senso, quello di trovare, ceteris paribus, il sistema elettorale "migliore" per un certo tipo di Democrazia e con alcune ipotesi restrittive. In questo modo, ho potuto valutare un buon numero di sistemi elettorali (dieci differenti formule elettorali) in termini di rappresentatività e governabilità.
La tesi si sviluppa in quattro capitoli; il primo capitolo vuole essere una breve introduzione sui sistemi elettorali e loro tipologie e classificazioni. Nel secondo capitolo ho dato le definizioni di sistemi elettorali efficienti ed “estremi” utilizzando una vasta gamma di indici per analizzare, catalogare e studiare i sistemi elettorali e il loro rapporto con i partiti politici. Questi indicatori possono essere raggruppati in due diverse tipologie: la dimensione Interpartitica (considera le forme di rappresentazione maggioritaria e proporzionale) e la dimensione Intrapartitica (riguarda il tradeoff tra candidati forti e partiti forti). Nel terzo capitolo ho cercato di spiegare come valutare un sistema elettorale, in che termini, con quali e quante dimensioni implicate e quale tipo di indici (rappresentatività e governabilità). Nel quarto capitolo presento e commento i risultati dei miei due gruppi di simulazioni (con dati fittizi e con dati reali). Spiego come le ho condotte e perché, con quali criteri e con l’utilizzo di quale programma informatico.
Nell'appendice A ho inserito la descrizione del sistema VAP, un nuovo sistema elettorale che ho incluso nel mio lavoro; l’appendice B presenta una guida dettagliata del programma che ho usato per effettuare le mie simulazioni.
L'appendice C è dedicata ad alcuni esempi di simulazioni; per esigenze di spazio, ho inserito tutte le simulazioni nel cd ROM annesso.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUCTION INTRODUCTION The choice of electoral system is one of the most important decisions for any contemporary democracy, even if only rarely electoral systems are consciously and deliberately selected. Often the choice is merely accidental, the result of a combination of circumstances, of a passing trend, of leavings of history. But in the majority of the cases, the choice of a particular electoral system has a profound effect on the future political life of the country regarded and almost ever, once chosen, apart from exceptions, they remain fairly constant, something like the “identity card” of a certain state for a considerable arch of time. My intention was not only to go deeper into the structure and the functioning of electoral systems, but also and moreover to analyze the role of the electoral system in the political asset of a Democracy. For this reason I decided to commit my work to the running of several simulations about electoral systems; doing this, my first aim was the one of discovering how the political situation of a certain (imaginary) State could have (theoretically) changed under an electoral rule different from the employed one. My second aim was to, in a way, finding, ceteris paribus, the “best” electoral system for a (type of) certain Democracy, under a given set of assumptions. In this way, I could assess a good number of electoral systems (ten different electoral formulas) in terms of representativeness and governability. As the reader will see, sometimes after my simulations I found not so intuitive, obvious and immediately 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Chiara Rodighiero Contatta »

Composta da 200 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 263 click dal 24/04/2006.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.