Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Open Source: un nuovo modello economico aziendale per l'industria dell'informatica

Open source : un nuovo modello economico aziendale per l'industria dell'informatica...un nuovo modello economico( arricchito anche di accenni matematici)ripreso da modelli americani dove non e' piu' il prodotto la fonte del profitto ma i servizi ad esso connessi...da qui anche la nascita della consulenza infomatica e del settore terziario in merito.
vi e' anche una parte giuridica ,per completare il panorama economico aziendale ed informatico, in merito al brevetto , copyright e concorrenza perfetta,...micro e macro economia....con una parte dedicata all'open source nel settore pubblico...
insomma una tesi molto al di sopra delle comuni....oltre 250 pagine scritte fitte , completa di microeconomia, macroeconomia , concetti aziendali, economici ed informatici...di grande effetto.

N.B. : con tale tesi ho preso 9 punti ( piu' del massimo 8 punti!)

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE Lo scopo del presente lavoro è di riuscire a “portare alla luce” un fenomeno che interessa oggi l’industria del software e che porta il nome di “Open Source Software”. L’industria del software è una delle più grandi e dinamiche industrie dell’intera economia mondiale, con tassi di crescita estremamente elevati, tanto che oggi il suo giro d’affari mondiale ha raggiunto una dimensione stimata di 175 miliardi di dollari annui. Il problema che affligge questo settore è un divario tra una domanda sempre crescente di programmi di alta qualità e la scarsità di risorse umane specializzate, principalmente programmatori. Recentemente però, un nuovo modo di concepire e di produrre software ha già conquistato una porzione del mercato e, presenta elementi di grande interesse, tanto che in molti si stanno chiedendo se esso non possa essere una soluzione per ridurre il divario, e trasformare tutta l’industria informatica. I programmi open source, affondano le proprie radici alle origini stesse dell’informatica, quando le macchine occupavano un’intera stanza, ma solo di recente il fenomeno si è evoluto abbracciando il business, e suscitando parallelamente un enorme interesse, sia da parte delle aziende, che da parte dei governi. Ad un così vivo interesse non corrisponde tuttavia un pari livello di conoscenza del fenomeno, troppo giovane, vasto e complesso, che vede spesso contrapposti il fanatismo dei suoi sostenitori all’estremo scetticismo di chi ne è al di fuori. Sono pochi ad oggi gli studi che affrontano la materia in modo scientifico e quantitativo. Il pensiero economico, e quel che più conta la sua ricezione fuori dall’accademia, e’ ancora oggi dominato dal paradigma neoclassico, ispirato dal vecchio principio smithiano della mano invisibile, secondo il quale individui intenti esclusivamente a promuovere il proprio vantaggio, massimizzeranno il benessere collettivo. E’ tuttavia ormai appurato che i fallimenti di mercato siano loro stessi giustificazioni alla possibile presenza dello Stato nel sistema economico.

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Erika Della Chiesa Contatta »

Composta da 252 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4337 click dal 24/04/2006.

 

Consultata integralmente 18 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.