Skip to content

Spazi per la musica

Informazioni tesi

  Autore: Pietro Romeo
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2003-04
  Università: Università degli Studi di Messina
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria Civile
  Relatore: Raffaella Lione
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 176

Il nostro studio si concentra sull’analisi tipologica, tecnico-costruttiva e distributiva degli spazi per la musica.
Attraverso un percorso graduale che procede dal Do al Si, in accordo alla scala musicale, si prenderanno in esame i diversi aspetti inerenti l’argomento. (Tavola 1)
Viene innanzitutto preso in considerazione il percorso evolutivo del rapporto architettura-musica dalle origini fino ai giorni nostri. ( Do: Tavole 2 -5)
Si passa quindi a dei cenni sulle proprietà fisico-acustiche del suono e alle relazioni tra la musica e gli strumenti musicali, poiché si ritiene doveroso, per rendere comprensibili i problemi progettuali delle sale da concerto, fare una breve trattazione sui legami Acustica – Suono – Musica – Ambiente. ( Re: Tavola 6)
Successivamente si tratterà la classificazione degli strumenti musicali, ciascuno spiegato nelle sue modalità di funzionamento, nella ricostruzione storica e nel materiale di costruzione, con una nota sugli interpreti che ne hanno fatto la sua storia. Lo studio passa in rassegna anche alcuni strumenti musicali caratteristici delle culture extraeuropee. (Mi: Tavole 7-8)
Dopo averli considerati separatamente, si analizzeranno le composizioni degli interpreti di strumenti musicali, a formare orchestre e gruppi, dal ‘600 ad oggi. ( Fa: Tavola 9).
Dopo aver classificato le tipologie degli spazi per la musica riportando per ciascuno di essi alcuni esempi significativi, il nostro studio si concentra sulla tipologia:
§ Auditorium
Nell’ambito di questo studio si analizzeranno i problemi progettuali dell’età moderna in termini di distribuzione degli ambienti, morfologia delle sale d’ascolto e acustica. ( Sol: Tavola 10)
Successivamente si passeranno in rassegna alcuni esempi canonici dei maestri dell’architettura che si sono confrontati in questo ambito, risolvendo in maniera brillante e sapiente i problemi connessi allo studio suddetto.
Si è scelto di studiare – tra le molte casistiche degli auditori – i seguenti progetti:
1. H. Sharoun – Filarmonica di Berlino, Berlino, 1963
2. F. Gehry – Disney Concert Hall , Los Angeles , 1999-00
3. A. Aalto – Finlandiatalo, Helsinky, 1962-71
4. J. Nouvel – Centro culturale a Lucerna , Svizzera , 1997
5. R. Piano – Parco della musica , Roma , 1995-2000
A conclusione del nostro studio si considera il progetto di fattibilità di uno spazio musicale a Capo Peloro, punta nord-orientale della Sicilia.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 Premessa Da sempre l’uomo ha sentito il bisogno di immaginare mondi artificiali in cui reinventarsi l’esistenza; questo bisogno ha trovato la sua espressione concreta - sin dalle prime presenze antropiche - nello spettacolo. Lo spettacolo ha la funzione di evocare uno spazio ed un tempo artificiali, proiettando lo spettatore in una dimensione diversa da quella in cui vive abitualmente. Il compito dell’architettura è di contribuire a creare questo slittamento dal reale all’immaginario. Per quanto diversi siano poi i tipi di spettacolo (di prosa, lirico, musicale ecc.) esiste un diaframma, visibile o non, tra spettatori ed artista; questi adotta potenti forme di espressione: il suono, l’immagine, il movimento. L’azione scenica deve poi trasmettersi, propagarsi da un soggetto all’altro attraverso apparati scenici e sonori e meccanismi che diffondano lo spettacolo in modo coinvolgente. La struttura organizzativa e tipologica di un luogo per lo spettacolo nasce dalle infinite variazioni nei rapporti fra questi tre soggetti: lo spettatore, l’artista che utilizza una delle forme comunicative, i tecnici degli apparati; a ciascuno di essi sono destinati altrettanti spazi d’azione o “elementi funzionali”. Volendo dare una classificazione degli edifici per lo spettacolo possiamo distinguere due grandi categorie:

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

acustica
arena
auditorium
cantante
classificazione
correzione acustica
disco-pub
mare
musica
musicista
orchestre
riverberazione
sale da concerto
strumenti musicali
suono

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi