Skip to content

Trattamento infermieristico del paziente affetto da edema polmonare acuto

Informazioni tesi

  Autore: Paolo Paltrinieri
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2004-05
  Università: Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia
  Facoltà: Medicina e Chirurgia
  Corso: Infermieristica
  Relatore: Giampaolo Biral
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 68

Questa tesi dal titolo: Trattamento del paziente affetto da edema polmonare acuto è una tesi di ricerca retrospettiva, quantitativa comparativa tra la realtà di Modena e una realtà all’avanguardia.
L’ipotesi vuole dimostrare la possibilità di applicare un piano d’assistenza standardizzato che risponda quantitativamente e qualitativamente ai bisogni prioritari di questo tipo di paziente.

QUESTA TESI SI È SVILUPPATA IN TRE FASI:

La raccolta dati ha come criterio di selezione la diagnosi di dimissione (DRG 418.1) dei pazienti trattati dal U.O. di cardiologia del Policlinico di Modena durante l’anno solare 2004. identificandone 103.
I dati sono stati raccolti come si vede dall’allegato 4 presente in fondo alla tesi da :
51 fogli trasporto 118 Modena
94 Fogli di accettazione Pronto Soccorso Policlinico
103 Cartelle mediche e infermieristiche U.O. Cardiologia
51 Emogasanalisi arteriosa
La distribuzione dei pazienti secondo il sesso rispecchia quella che è l’epidemiologia della patologia con una netta prevalenza verso il sesso maschile

Secondo le classi di età vediamo che la patologia colpisce in maggioranza nella terza età con una età media del campione di 70,3 anni.
Sistema 118, soccorso extraospedaliero Triage. Queste realtà vogliono gli infermieri in prima linea nel percorso assistenziale nel formulare codici di gravità del paziente.
La cause che porta al ricovero in reparto è in maggioranza la dispnea con il 76% dei casi.
Nel 43% dei casi i sintomi sono ancora presenti al momento del ricovero

La cute contrariamente al ricovero si presenta normale nel 50 % dei casi, non è quindi predittiva

Dal momento del trasporto in ambulanza attraverso il pronto soccorso fino alle prime 24ore dal ricovero in cardiologia i pazienti hanno ricevuto i seguenti trattamenti farmacologici: quasi la totalità dei pazienti è stata trattata con Diuretici dell’ansa, quali Lasix, solo il 30% con Analgesici Morfina e più dei 2/3 con Nitrati.
Differente è la realtà del 118 Brianza che vuole l’utilizzo della CPAP già dall’extraospedaliero.
I risultati portati dal loro studio vedono contrapposta l’attuale e migliore ossigeno terapia in ambulanza attuata con maschera con reservoir al trattamento con CPAP.
Indubbi sono i vantaggi sul parametro più caratterizzante della patologia quale la saturazione periferica di ossigeno, ma qui non evidenti i miglioramenti che il trattamento comporta alla causa.
La creazione di un piano di assistenza standardizzato offre una rapida applicazione utile nei raparti di area critica fornendo un’assistenza basata su prove di efficacia e efficienza individuando quelli che sono gli obiettivi prioritari. Interventi minimi e necessari saranno quindi
 Monitorare SpO2
 Posizione ortopnoica
 Somministrare O2 tp secondo protocollo

CONCLUDENDO:
Dall’analisi dei dati è possibile creare un piano di assistenza standardizzato:
 Applicabile immediatamente
 Garanzia di efficacia per gli utenti
 Utilizzabile in area critica
 Possibile strumento per la valutazione dei costi assistenziali

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
PARTE І Capitolo primo Edema polmonare acuto 1.1 Cenni di anatomo fisiologia Definizione L'edema polmonare acuto (EPA) si manifesta con trasudazione improvvisa e progressiva di liquido siero-ematico a livello degli alveoli polmonari, con secondaria insufficienza respiratoria acuta. In alcuni casi la trasudazione si limita agli spazi interstiziali realizzando il quadro clinico dell'edema lesionale. Parete alveolo-capillare La parete alveolo-capillare è formata da tre strutture anatomiche distinte tra loro: -la parete capillare è formata dalle cellule endoteliali dei capillari polmonari. Tra di essi vi sono piccoli spazi che possono, in determinate circostanze, allargarsi consentire il passaggio a macromolecole od emazie; -lo spazio interstiziale, interposto tra le cellule alveolari e quelle endoteliali è poco "allentabile" e si trova in diretta comunicazione con lo spazio interstiziale più "lasso" che circonda i bronchioli terminali e le piccole vene e arterie; -la parete alveolare costituita dalle cellule alveolari di tipo I e II, unite fra di loro da giunzioni intercellulari piuttosto salde. Fisiopatologia Gli scambi di liquidi tra capillari ed intrerstizio che avvengono secondo la legge di Starling regolano l’equilibrio emodinamico tra alveolo e capillare polmonare 1

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

118 brianza
cardiologia
cpap
edema polmonare
epa
extra ospedaliero
piano d'assistenza
pronto soccorso
tesi ricerca

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi