Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Omicidio premeditato e Omicidio seriale

----------------------------------------

Mostra/Nascondi contenuto.
2 1. 1. L’omicidio nel sistema del codice penale. La disciplina penale dell’omicidio 1 , inteso come fatto di colui che causa la morte di una persona umana, indipendentemente dal concorrere di ulteriori motivi di rilevanza penale, risulta dal nucleo fondamentale, agli artt.575- 580, 584, 586 e 589 c.p., che individuano una pluralità d’ipotesi autonome di omicidio, nonché numerose circostanze speciali, il cui concorrere permette di attribuire loro un maggiore o minore disvalore. Il codice delinea, negli artt. 575-586, quattro figure autonome di omicidio, tre delle quali dolose: l’omicidio volontario comune, l’omicidio volontario del consenziente e l’infanticidio in condizioni di abbandono, una caratterizzata da 1 Accanto alla voce ancora oggi fondamentale,di R.Pannain,<omicidio (diritto penale)>,in NN.D.I., XI,Torino,1996 (rist.),839 s., ed alla manualistica,cfr.,nella letteratura successiva:G.Marini,<Omicidio>,in NN.D.I.,app.,V,Torino,1999,441 s; V.Patalano,<Omicidio(diritto penale),in Enc. Dir.XXIX,Milano, 1999,916 s.;I delitti contro la vita,Padova, 1998; V.Serianni,<Omicidio>,in enc.giur.,XXI,Roma,1996;inoltre A.Crespi-F. Stella-G.Zuccalà,Commentario breve al codice penale,Padova,1998,1245s. Di recente, v. Pisa,Giurisprudenza commentata di diritto penale,I,Padova, 1999, 3 s.

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Mario Morrione Contatta »

Composta da 199 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5577 click dal 03/05/2006.

 

Consultata integralmente 20 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.