Skip to content

Risanamento e riforma bancaria nell'opera di Donato Menichella

Informazioni tesi

  Autore: Massimiliano Monaco
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1994-95
  Università: Università degli Studi di Bari
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia e Commercio
  Relatore: Antonio Di Vittorio
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 111

Approfondire l’opera economica e finanziaria di Donato Menichella, (Biccari, 1896 - Roma,1984) significa ripercorrere molti degli eventi che segnarono il cammino della nostra economiasuccessivamente alla prima guerra mondiale: dalle crisi bancarie degli anni Venti - i cui guasti ilgiovane Menichella si trovò a fronteggiare sotto la guida dei suoi maestri - alla nascita dell’IRI,alla legge bancaria del 1936 che risolveva e superava la grave commistione stabilitasi tra banca eindustria, alla creazione della Cassa per il Mezzogiorno, da lui concepita con l’intento di porre lepremesse strutturali per lo sviluppo delle regioni più arretrate d’Italia; fino alla politica monetariadell’emergenza e della ricostruzione civile e finanziaria del Paese, allo sviluppo economico, allastabilità della lira, all’Oscar del “Financial Times” come miglior governatore centrale per il 1960.Attraverso Donato Menichella, in altre parole, è possibile studiare l’evoluzione e il rinnovamentodelle istituzioni economiche del nostro Paese, concentrati in un’unica persona. Tuttavia il nome diMenichella suona ai più sconosciuto. Personalità austera e taciturna, amava operare dietro le quin-te e non voleva che fosse fatto rumore intorno alla sua opera. A tal fine fece di tutto per essereignorato: non concesse mai interviste, non iniziò o accettò mai polemiche, né apparve mai alla ra-dio o alla televisione.Solo di recente, dopo la sua scomparsa, la pubblicità data agli atti conservati negli archivi storicidell’IRI, della Banca d’Italia e delle grandi banche commerciali, le celebrazioni per l’anniversariodella fondazione dell’IRI, della stessa Banca centrale; i dibattiti, le testimonianze e le commemo-razioni che ne sono seguiti hanno fatto giustizia di un’opera, continua e discreta, che riempie unadelle pagine più significative della nostra storia. La saggistica economica che ne è seguita consen-te oggi riflessioni più approfondite e valutazioni più consapevoli intorno all’effettività del ruolosvolto da questo grande protagonista della storia economica italiana e spiega, in particolare, comemai egli, liberista, fautore dell’economia di mercato e nemico dell’interferenza dello Stato negliaffari economici, abbia invece creato, assieme ad un grande suo maestro, Alberto Beneduce, ilmaggior esempio di capitalismo di Stato del mondo occidentale, tale da esser preso a modello, giànell’anteguerra, dai paesi scandinavi. Riproporre gli avvenimenti che si succedettero rapidamentein quegli anni, e ciò anche mediante ricerche d’archivio, consente inoltre di rievocare uno tra i piùinteressanti e controversi episodi della storia dello sviluppo economico italiano.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Massimiliano Monaco - Donato Menichella all’IRI (1933-1946) Donato Menichella all’IRI (1933-1946): un liberista che sceglie la formula delle partecipazioni statali Nel primo centenario della nascita di Donato Menichella (Biccari, 23/1/1896 - Roma, 23/7/1984), approfondire l’opera economica del grande uomo di finanza e servitore dello Stato pugliese signifi- ca ripercorrere molti degli eventi che segnarono il cammino della nostra economia successivamente alla prima guerra mondiale: dalle crisi bancarie degli anni Venti - i cui guasti il giovane Menichella si trovò a fronteggiare sotto la guida dei suoi maestri - alla nascita dell’IRI; dalla legge bancaria del 1936, che risolveva e superava la grave commistione stabilitasi tra banca e industria, alla creazione della Cassa per il Mezzogiorno, da lui concepita con l’intento di porre le premesse strutturali per lo sviluppo delle regioni più arretrate d’Italia; fino alla politica monetaria dell’emergenza e della rico- struzione civile e finanziaria del Paese, allo sviluppo economico post-bellico, alla stabilità della lira, all’Oscar del “Financial Times” come miglior governatore centrale per il 1960. Attraverso Donato Menichella, in altre parole, è possibile studiare l’evoluzione e il rinnovamento delle istituzioni eco- nomiche del nostro Paese, concentrati in un’unica persona. Tuttavia il nome di Menichella suona ai più sconosciuto. Personalità austera e taciturna, amava operare dietro le quinte e non voleva che fos- se fatto rumore intorno alla sua opera. A tal fine fece di tutto per essere ignorato: non concesse mai interviste, non iniziò o accettò mai polemiche, né apparve mai alla radio o alla televisione (1). Solo di recente, dopo la sua scomparsa, la pubblicità data agli atti conservati negli archivi storici dell’IRI, della Banca d’Italia e delle grandi banche commerciali; le celebrazioni per l’anniversario della fondazione dell’IRI e della Banca centrale; i dibattiti, le testimonianze e le commemorazioni che ne sono seguiti, hanno fatto giustizia di un’opera, continua e discreta, che riempie una delle pa- gine più significative della nostra storia. La saggistica economica che ne è seguita consente oggi ri- flessioni più approfondite e valutazioni più consapevoli intorno all’effettività del ruolo svolto da questo grande protagonista della storia economica italiana e spiega, in particolare, come mai egli, li- berista, fautore dell’economia di mercato e nemico dell’interferenza dello Stato negli affari econo- mici, abbia invece creato, assieme ad un grande suo maestro, Alberto Beneduce, il maggior esem- pio di capitalismo di Stato del mondo occidentale (2). Ma vi è un altro grande motivo che ci induce oggi a ricordare la straordinaria vicenda umana e pro- fessionale di Donato Menichella: il debito di riconoscenza che è doveroso tributare al “silenzioso e sconosciuto Uomo del Sud”, onde rimarcare il suo inconfondibile modo di operare al servizio delle Istituzioni; riflettere sull’esempio e sull’opera di colui che con lealtà, umiltà, coraggio, competenza e abnegazione seppe porsi davvero al servizio dell’interesse generale della collettività; e per non di- sperdere l’immensa eredità morale di chi, animato da un alto senso di responsabilità e da un profon- do rigore morale, fece dell’antiretorica e della discrezione uno stile di vita. In particolare, analizzan- 1

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

alberto beneduce
banca d'italia
banca italiana di sconto
biccari
carlo azeglio ciampi
cassa mezzogiorno
credito italiano
francesco giordani
guido carli
istituto per la ricostruzione industrale
legge bancaria
luigi einaudi
menichella
partecipazioni statali
pasquale saraceno
raffaele mattioli
riforma bancaria
risanamento bancario
sergio paronetto
sistema creditizio

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi