Skip to content

Il prezzo: un'analisi applicata di sensitività

Informazioni tesi

  Autore: Ilaria Cocco
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2004-05
  Università: Università degli Studi di Perugia
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia del Turismo
  Relatore: Emanuela Schiaffella
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 125

Le scuole di pensiero di revenue management e pricing sviluppatesi negli ultimi anni insegnano che, al fine di ottimizzare i ricavi e fissare i prezzi delle camere secondo la propensione a pagare dei clienti, è cruciale avere una profonda comprensione di ciò che maggiormente gradiscono i diversi segmenti di clientela.
I principi in base ai quali gli hotels fissano i prezzi delle loro camere risultano spesso essere discordanti dalla percezione che i clienti hanno del prezzo rapportato al valore che pensano di ricevere. Vi è, quindi, una mancanza di conoscenza riguardo alla percezione del rapporto prezzo/valore dei clienti degli alberghi.
In particolare, si riscontra spesso una scarsa familiarità da parte degli operatori delle caratteristiche che i differenti segmenti di clientela apprezzano quando soggiornano in un albergo. Tale conoscenza è assolutamente fondamentale per determinare i prezzi in maniera sempre più efficace, per stimolare la domanda e per differenziare i prezzi proposti ai diversi segmenti (Boeffgen, Kartach, 2002) (Nimer, 1975, in Thompson, Coe,1997).
Inoltre, i maggiori problemi riscontrati dagli operatori nella gestione delle tariffe sono: la competizione, la sensibilità al prezzo de clienti, l’incognita del giusto prezzo e la paura di vendere sottocosto. Per tentare di risolvere questi problemi vengono normalmente utilizzati alcuni strumenti come le previsioni sull’andamento dell’occupazione, la situazione globale del mercato e il budget, ma mancano totalmente degli sforzi per conoscere la sensibilità al prezzo, la percezione che i clienti hanno di questi prezzi, nonché la loro propensione alla spesa.
A tale scopo, sulla base di recenti ricerche compiute all’estero, è stato realizzato uno studio durante i mesi di aprile e maggio del 2005 presso degli hotel tre stelle di Santa Maria degli Angeli, Assisi (PG). Sono state realizzate 120 interviste ad altrettanti clienti con differenti motivazioni al viaggio. Gli intervistati sono stati sottoposti ad un questionario, effettuato attraverso interviste individuali, con l’obiettivo di testare le caratteristiche che maggiormente apprezzano in un hotel, la loro propensione a pagare, la loro sensibilità al prezzo e la percezione delle restrizioni che potrebbero essere imposte per poter usufruire di tariffe scontate.
In primo luogo si è voluta fornire una panoramica delle tecniche di pricing tradizionali e dei loro limiti, una definizione di yield management ed una breve descrizione del processo che compone questa pratica.
Si è poi passato alla discussione dei dati ricavati dallo studio. Sono stati determinati i diversi segmenti e per ognuno di essi si è individuato un modello che permetta la determinazione della propensione alla spesa, basato sull’utilità relazionata ai servizi offerti e al prezzo.
La terza parte di questo lavoro tratta lo spinoso argomento dei vincoli associati alle tariffe scontate. Dopo una breve introduzione sulla differenziazione tariffaria si è passati all’analisi delle reazioni dei diversi segmenti individuati e del settore, quindi degli operatori.
L’ultima parte riguarda, infine, la percezione di equità nelle pratiche di yield management. Si è partiti da un tentativo di definizione di “equo”, per arrivare all’individuazione delle pratiche considerate accettabili e di quelle considerate inaccettabili, con relative implicazioni per il management.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione In un Paese quale l’Italia, che, da solo, rappresenta quasi un terzo delle risorse artistiche e paesaggistiche mondiali, il settore turistico e quello alberghiero soffrono tutt’oggi di una arretratezza sia dal punto di vista gestionale che da quello meramente legislativo. Non vi è infatti, aldilà di alcune realtà di importazione anglo-americana ed estere in genere, una vera e propria scientificità e pianificazione nella conduzione delle strutture turistico - ricettive. Il settore alberghiero è un settore molto particolare: tanto avvincente quanto complesso. Esso presenta i suoi punti critici ed i suoi punti di forza che sono differenti da qualsiasi altro settore, sia esso di beni che di servizi. Talvolta talune strutture ricettive di proprietà sono rette e condotte da proprietari o direttori provenienti da settori differenti che, con il solo intento di reinvestire gli utili, si inventano professionisti alberghieri. Costoro, senza conoscere i punti critici e quelli di forza, conducono gli hotel in modo precario e supponente, inflazionando il settore in generale e creando concorrenza non positiva, bensì deleteria. In un settore così complicato, nei tempi più recenti si sono fatte strada diverse tecniche innovative, come, per esempio lo yield management. Numerosi sono gli studi compiuti riguardo questo argomento, i quali, però, trattano quasi esclusivamente gli aspetti quantitativi del processo che compone questa tecnica. In questo lavoro di tesi si è voluto andare oltre gli aspetti numerici, incentrando l’attenzione sul cliente, in particolare sulla sua propensione alla spesa, sulla percezione dei vincoli associati alle tariffe scontate e sulla percezione di equità delle pratiche di yield management.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

differenziazione tariffaria
equità delle pratiche
hotels
interviste
motivazione al viaggio
percezione dei prezzi
pricing
propensione alla spesa
questionario
revenue management
segmenti di clientela
sensibilità al prezzo
vincoli associati alle tariffe
yield management

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi