Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La responsabilità sociale nel processo di comunicazione esterna: il caso Coop

In questo lavoro affrontiamo il problema della Responsabilità sociale dell'azienda. Si analizzano: il contesto di riferimento; il significato di accountability; il rapporto tra etica ed economia; il significato filosofico dell'etica; l'etica aziendale; il trade-off tra socialità ed economicità; la comunicazione d'impresa e gli strumenti di comunicazione sociale ed infine un caso concreto di un'azienda che utilizza la comunicazione sociale.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE Che l’impresa voglia o no occuparsi della società in cui vive, quest’ultima si occupa sempre di più dell’impresa. Federico Rampini 1 A prima vista l’azienda può essere intesa come un insieme di lavoratori, d’uffici, di capannoni, di macchine, d’impianti, di merci, ossia come un: insieme di persone e di beni organizzati per il raggiungimento di un fine economico attraverso lo svolgimento di una certa attività. Nell’aspetto sostanziale ciò che caratterizza un’azienda è il modo con cui le persone agiscono ed operano tra loro, e con l’esterno, nell’ambito dei propri compiti e delle proprie responsabilità, utilizzando le risorse a disposizione e compiendo azioni coordinate per raggiungere uno scopo unitario. In economia aziendale vari ed autorevoli sono stati gli sforzi volti ad offrire una definizione di azienda: essa è stata definita dallo Zappa come una “coordinazione economica in atto” 2 o dal Giannessi come “l’unità elementare dell’ordine economico generale dotata di vita propria e riflessa, costituita da un sistema di operazioni, promanante dalla combinazione di particolari fattori e dalla composizione di forze interne ed esterne, nel quale i fenomeni della produzione, della distribuzione e del consumo vengono predisposti per il conseguimento di un determinato equilibrio economico, a valere nel tempo, suscettibile di offrire una rimunerazione adeguata ai fattori 1 F. RAMPINI, La comunicazione aziendale. All’interno dell’impresa, nel contesto sociale, nel quadro europeo, Etos, Milano, 1993, pag. 25. 2 G. ZAPPA., Tendenze nuove negli studi di ragioneria, Istituto Editoriale Scientifico, Milano, 1927, pag. 30.

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Silvia Giovannini Contatta »

Composta da 330 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3841 click dal 05/05/2006.

 

Consultata integralmente 14 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.