Skip to content

Il personaggio nella poesia di Giorgio Caproni: la donna

Informazioni tesi

  Autore: Immacolata Caputo
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2004-05
  Università: Università degli Studi Ca' Foscari di Venezia
  Facoltà: Lettere
  Corso: Lettere moderne
  Relatore: Ricciarda Ricorda
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 222

A partire dagli anni sessanta la poesia di Caproni apre il proprio spazio testuale ad una pluralità di voci che rompono il tradizionale impianto monologico della lirica, creando un dinamico effetto di colloquio e di scontro che oppone alla voce personale dell'autore quella di comprimari che si pongono in modo interlocutorio o oppositivo rispetto alla posizione del poeta. In questo dinamismo che agita la poesia, si è cercato di stabilire come il personaggio femminile, dapprima presenza fugace della poesia, progressivamente venga ad assumere un ruolo che la consacra come autentico "personaggio" da romanzo in versi. Una presenza a cui il poeta resta fedele lungo tutto l'arco della sua produzione in versi, e che, oltre a scardinare la situazione monologica della lirica, produce dal punto di vista strettamente formale dei precisi e significativi effetti di stile e di senso.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
IV INTRODUZIONE Seguire l’opera di Giorgio Caproni dagli albori sino alle ultime raccolte significa assistere allo spettacolo di una poesia inquieta, che perennemente torna sui suoi passi e si rinnova, aprendo quelle prospettive tematiche e formali che hanno reso lo scrittore uno dei «poeti più importanti del dopo – Montale» 1 . Come suggerisce Pier Vincenzo Mengaldo, l’attributo che meglio qualifica l’autore è, infatti, quello di “inattuale” 2 . Intrapresi i primi passi come poeta “descrittivo” quando invece imperava l’ermetismo; impegnato a rielaborare le strutture formali della tradizione negli anni in cui il Neorealismo, almeno per la prosa, dettava l’imperativo all’impegno, Caproni negli anni ’60 fu tra i primi a reclamare per la poesia l’esigenza di un’apertura alle modalità del racconto e del “colloquio”, tradotte, poi, nella sostanza formale delle stanze e del poemetto. Con la pubblicazione nel 1975 de Il muro della terra, i versi muovono invece all’afasia e alla parola balbettante, incastonata in una pagina dove a dominare è il bianco del silenzio. In questo cammino punteggiato da riformulazioni tematiche ed espressive, uno degli elementi di persistente continuità, che lega il prima e il dopo della poesia, ci pare possa essere individuato nella donna, la cui presenza accompagna fedelmente lo scorrere dei versi, sostanziandoli di nuovi e più profondi significati. Nel presente lavoro cercheremo di indagare il progressivo definirsi del ruolo femminile, il quale acquisisce un particolare statuto, simile, per molti aspetti, a quello di un autentico “personaggio” da romanzo. L’analisi verrà suddivisa per “stagioni poetiche”, secondo la partizione che Mengaldo adotta nell’introduzione a L’opera in versi. Si costituisce una sorta di parabola discendente, per cui la presenza vivissima della donna che contraddistingue le opere almeno fino al Congedo del viaggiatore cerimonioso si dirada, nelle ultime raccolte, in un’assenza che risulta comunque significante. 1 Cfr. P. V. MENGALDO, Per la poesia di Giorgio Caproni, in G. CAPRONI, L’opera in versi, Milano, Mondadori, 1998: «Oggi non c’è dubbio per qualunque persona sensata che caproni sia tra i massimi e i più originali poeti del dopo-Montale», p. XI. 2 «Il minimo che si possa dire è che Caproni ha voluto e saputo essere assolutamente moderno senza simbolismo, anche coi “trucchi” che vedremo; ma questo non giustifica per nulla gli appellativi che ha dovuto subire di “marginale” o “provinciale” o “periferico”, meno ancora di “arretrato” […] Piuttosto Caproni era, nel senso nietzschano e mahleriano del termine, un “inattuale”, per questo oggi attualissimo», ivi, p. XII.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

anna picchi
canzonetta
cronistoria
dialogismo
donna
madre
mare
mito
monologismo
montale
nome femminile
olga
personaggio
racconti
rina
romanzizzazione letteratura
sagome femminili
sonetto
stilnovismo
teatralizzazione poesia

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi